5 ore fa:Co-Ro, sul lungomare Sant'Angelo riprendono vita i chioschi commerciali
6 ore fa:Statale 106, Baffa (Lega): «Preoccupante il ritardo dell’Amministrazione a guida Stasi»
5 ore fa:Co-Ro oggi ci sono 15 nuovi casi (25 in 3 giorni). Le preoccupazioni dei medici: riaperture frettolose
6 ore fa:In arrivo 14 milioni per l’edilizia residenziale pubblica
4 ore fa:Altomonte, presentato il progetto "Calabria straordinaria"
6 ore fa:A Corigliano-Rossano al via il servizio di pulizia spiaggia
4 ore fa:Centro storico Rossano: «Due anni di emergenza igienico-sanitaria e rischio crolli»
4 ore fa:Graziano (Udc): «Soddisfatti della scelta di affidare a De Poli il coordinamento regionale del Partito»
5 ore fa:Il messaggio di benvenuto di Antoniotti al neo Arcivescovo Monsignor Aloise
7 ore fa:Protesta dei tirocinanti calabresi: la solidarietà del sindaco di Trebisacce

Sbarco di clandestini al porto di Cariati: sono arrivati con un barchino a vela

1 minuti di lettura

CARIATI - Sono una settantina e tutti di nazionalità irachena le persone che stamani sono approdate nel porto di Cariati a bordo di un barchino a vela probabilmente utilizzato come "taxi" rispetto ad un altro barcone più grande. 

Si tratta di cittadini richiedenti asilo che saranno soccorsi e portati probabilmente nel centro di accoglienza di Crotone. Sono tutti ragazzi giovani, in discrete condizioni di salute. Con loro una sola donna ed un minore.

I primi a portare soccorso sono stati i volontari della parrocchia di San Cataldo guidati dal parrocco Don Rocco Scorpiniti.

Sul posto stanno già operando i sanitari e i volontari della Croce Rossa insieme al gruppo interforze coadiuvato dalla Questura di Cosenza. Alle attività di soccorso, infatti, è già stata avviata una attività di indagine sia su terra che in mare. Nello specchio d'acqua antistante Cariati, infatti, stanno operando le motovedette della guardia di finanza e della Capitaneria di porto di Corigliano e Crotone.

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.