16 ore fa:Record di pale eoliche in Calabria. Allora perché non siamo energeticamente autonomi?
17 ore fa:Caro biglietti, la proposta: «Non date altri soldi a Trenitalia, dateli ai pendolari»
2 ore fa:Contro il caro bollette il comune di Cassano Jonio corre ai ripari: taglio drastico all'illuminazione pubblica
50 minuti fa:Elezioni '22, «imprimere un’azione politica unitaria. Auguri agli eletti!»
15 ore fa:Corigliano-Rossano conclude il suo mandato di capitale mondiale della Fisica Nucleare e Subnucleare
1 ora fa:Caso Trenitalia, «Occhiuto apra un confronto sui trasporti con il centrosinistra»
1 ora fa:Viabilità a Paludi, finanziati 120 mila euro per il ripristino di strade rurali
16 ore fa:A due passi dal cielo
15 ore fa:Amazon per la Calabria: in vista un progetto di collaborazione che la renderà internazionale
20 minuti fa:Jazz'Inn 2022, nasce la Carta di Roseto che sarà illustrata nell'open talk di oggi

A Co-Ro un lunedì all'insegna dell'arte con le "Storie di pezza" di Angelo Gallo

1 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO - Un lunedì sotto il segno dell’arte a Corigliano-Rossano. Domani, si terrà lo spettacolo “Storie di pezza” a cura del Teatro della Maruca. L’evento si terrà a Schiavonea in piazza Portofino ed avrà inizio alle ore 21.30.

Teatro della Maruca nasce ad opera di Angelo Gallo, Carlo Gallo e Alessio Totaro, giovani professionisti del teatro che nel 2008 intraprendono un percorso comune, producendo e mettendo in scena spettacoli teatrali destinati all’esigente pubblico contemporaneo. Nel 2012 la compagnia è impegnata nella costruzione del primo Spazio Off della Città di Crotone, una piccola struttura indipendente che ospita la rassegna di teatro, laboratori e seminari artistici per bambini e adulti, all’interno del quale è possibile intraprendere percorsi formativi e ludici sotto la guida di esperte figure professionali.

Il Teatro della Maruca organizza, dal 2012, la stagione teatrale autofinanziata che accompagna il numeroso pubblico per tutto l’anno. La vocazione della compagnia è fortemente incentrata su un teatro rivolto non solo ai bambini ma anche agli adulti, producendo sia spettacoli di burattini che di carattere più propriamente di parola, promuovendo una ricerca filologica, antropologica, storica e sociale sulle tradizioni popolari, sulle vite e memorie della Calabria; mette in scena i testi scritti sia in italiano che nella lingua calabrese della fascia ionica.

Gli spettacoli prodotti dalla compagnia passano in rassegna in importanti teatri e Festival nazionali e internazionali come il Festival di Varsavia, Festival Primavera dei Teatri di Castrovillari, MittelFest di Cividale, Festival Internazionale del Teatro di Porto Sant’Elpidio, Festival Arrivano dal Mare di Gambettola e TetrOltre di Lamezia Terme. Nel 2014 Teatro della Maruca vince il Premio Otello Sarzi con lo spettacolo “Zampalesta u cane tempesta”.  Nel 2015 cura la preparazione attoriale di un gruppo di migranti per la realizzazione del cortometraggio “Penalty” per la regia di Aldo Iuliano e la fotografia di Daniele Ciprì. Nel 2016 si aggiudica il Premio Castel Fiaba per la ricerca e l’impegno nel teatro ragazzi; dà vita alla prima edizione del Premio Teatrale Laura Casadonte col fine di promuovere le nuove drammaturgie del panorama nazionale. A Maggio 2016 cura la direzione artistica della I edizione del Festival Primavera dei Teatri Kids. Nel dicembre 2016 organizza la prima edizione del festival di creatività e di teatro di figura della città di Crotone, il Calabria Puppet Festival.

Gli spettacoli della compagnia sono stati recensiti su Repubblica, Corriere dello spettacolo e riviste del settore come Hystrio, Teatro e Critica, KLP, Corriere dello Spettacolo ed Eolo, segnalati da istituti nazionali come e Osa  (Istituto Orientamento Arti dello Spettacolo di Roma). Angelo Gallo è un burattinaio e scenografo & Carlo Gallo è attore diplomato alla Civica Accademia d’Arte Drammatica “Nico Pepe” di Udine.

(Fonte tetaro della maruca, foto crotone ok)

Veronica Gradilone
Autore: Veronica Gradilone

25 anni. Laureata in scienze della comunicazione. Laureanda magistrale in comunicazione e tecnologie dell'informazione. Mi piace raccontare le storie, non mi piace raccontare la mia