11:00 am:Calabria: calano contagi e indice tamponi. Terapia intensive in discesa - TUTTI I NUMERI DEL CONTAGIO
10:40 am:Verdi: «Presenteremo una lista forte e competitiva per il rinnovo del Consiglio regionale»
10:01 am:Test rapido antigenico per alunni e famiglie dell’IC di Cariati
12:01 pm:Covid. Il Pollino piange ancora morti per la pandemia: la situazione
10:30 am:«Ospedale subito!» la battaglia della Lega tumori sul presidio "Cosentino" di Cariati
10:01 am:Drogava un’anziana. I familiari danno incarico all’avv. Francesco Nicoletti per denunciare la badante
5:14 pm:Lo studio del rossanese Novelli: contro il Covid in arrivo gli anticorpi monoclonali
7:01 pm:Il Crati torna a far paura: superato nel pomeriggio il livello di guardia. Protezione civile allertata
12:30 pm:Parco archeologico di Sibari: ora (forse) si fa sul serio. Nominato un Cda “strategico”
12:01 pm:IL ROTOCALCO DELL'ECO - Una settimana di notizie in pillole

Covid, è morto a Roma il giornalista crotonese Luigi Ioele

1 minuti di lettura

ROMA – Il Covid 19 si porta via un altro giornalista (il 24°): è scomparso stamattina Luigi Ioele. Aveva 80 anni e da tre settimane era ricoverato al Policlinico Umberto I di Roma per aver contratto la malattia da coronavirus: negli ultimi due giorni proprio le complicazioni dovute al Covid hanno aggravato le sue condizioni, fino alla morte.

A riportare la notizia il portale di Giornalisti Italia. Nato a Crotone l’8 febbraio 1940, era giornalista professionista iscritto all’Ordine del Lazio dal 25 febbraio 1974. Nella città calabrese aveva studiato prima di dedicarsi completamente al giornalismo, la sua vera passione, che lo spinse ad abbandonare, solo dopo due anni, la Facoltà universitaria di Giurisprudenza alla quale si era iscritto.

Aveva iniziato come collaboratore di periodici locali, quindi del quotidiano Il Tempo, per poi diventare, nel 1960, corrispondente del Corriere dello Sport.
Una breve parentesi alla redazione della Gazzetta del Mezzogiorno è stata la chiave di volta della sua vita. A Bari aveva, infatti, conosciuto Mario Gismondi che, nominato direttore del Corriere dello Sport il 1° maggio 1972, lo volle al suo fianco a Roma. Nel quotidiano sportivo della Capitale ha lavorato per quasi 33 anni, quale inviato e responsabile delle pagine della serie C di calcio, fino al giorno della pensione, il 1 marzo 2005.

Scrupoloso e competente, si è sempre trovato bene con i direttori che si sono susseguiti al timone del Corriere, soprattutto con i più esigenti: Giorgio Tosatti e il reggino Mimmo Morace che – ricordava Ioele – «oltre che corregionale, era un grande amico che amava visceralmente il giornalismo e per questo sul lavoro pretendeva il massimo».

Luigi Ioele ha anche collaborato con la Gazzetta del Sud ed ha fondato l’agenzia di stampa Liopress con appassionati articoli sul Crotone calcio. Lo ricordiamo spesso e sovente con la sua penna a raccontare le storie sportive del territorio della Sibaritide. Spesso, quando era in Calabria, lo si vedeva solcare i campi da calcio della Sibaritide e soprattutto quello dello "Stefano Rizzo" di Rossano.

 Tra i primi messaggi di cordoglio, infatti, vi è quello del Football Club Crotone, che lo ricorda quale «stimato giornalista e appassionato sostenitore del sodalizio rossoblù». Luigi Ioele lascia la moglie Raffaella, i figli Ernesto e Chiara e tre nipoti.

 

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.