5 ore fa:Asd Castrovillari, Caramia ci riprova nelle Marche alla 100km del Conero
7 ore fa:La Sila e i tessuti di Celestino protagonisti della Milano Fashion Week con Claudio Greco
3 ore fa:Contrasto alla povertà, il Comune di Cariati cerca 10 professionisti
2 ore fa:L'Aletti di Trebisacce apre le porte dell'istituto per il progetto Ptof "Sulla buona strada"
2 ore fa:Il magazine "L Football" del corissanese Giuseppe Berardi premiato agli European Enterprise Awards '23
4 ore fa:Piazze belle e ruggenti, i grandi eventi e quel must che fa moda e tendenza. A che prezzo?
3 ore fa:Trebisacce, i campioncini dello Sport Academy AJ all'Experience Frosinone
5 ore fa:Gli studenti dell'Istituto Troccoli di Lauropoli protagonisti del concorso letterario sulla Shoah
6 ore fa:Bomba d’acqua a Cariati: «Il comune regge grazie a prevenzione e manutenzione». Ma c'è chi non la pensa così
28 minuti fa:"Tuo figlio è nei guai fino al collo..." così scatta la vergognosa truffa agli anziani. Diversi casi nell'Alto Jonio

Il grido di dolore dei sindaci dei piccoli comuni: «Lasciati soli a combattere contro una burocrazia elefantiaca»

1 minuti di lettura

CALOVETO – «Occorre un impegno comune nella sfida costante contro una burocrazia che diventa sempre più asfissiante per gli enti locali, soprattutto per le piccole realtà. I Sindaci spesso si trovano a dover fare i conti con le esigenze delle comunità a mani nude e senza il conforto degli organismi istituzionali sovraordinati. Per questo occorre dare il giusto nome alle cose e dire che gli amministratori quando non agiscono in tempo per affrontare le tante questioni che affliggono i loro territori non è per paura ma per mancanza di strumenti». 

È questo il messaggio condiviso dal sindaco Umberto Mazza insieme ad altri 750 amministratori comunali italiani riunitisi stamani (venerdì 1 dicembre) a Napoli, nella cornice di Castel Capuano, per il Forum promosso dall'Associazione per la Sussidiarietà e la Modernizzazione degli Enti Locali (ASMEL).

«L’importante sfida dettata dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) – aggiunge Mazza – rischia di diventare un boomerang per i Comuni che non hanno personale in numero adeguato e, spesso, nemmeno formato per far fronte alla selva di documenti e prescrizioni a cui è sottoposto il via libera alla concessione dei fondi».

Il focus del dibattito odierno è stato incentrato sul tema della Paura della firma o ansia del risultato, una questione che coinvolge direttamente chi opera negli uffici tecnici, nella gestione delle misure legate proprio al PNRR, funzionari e dipendenti degli uffici finanziari, amministrativi e della polizia municipale. 

«L'appuntamento odierno – conclude Mazza - ha rappresentato un'occasione unica di confronto e scambio di opinioni tra amministratori e tecnici della pubblica amministrazione». 

Di particolare rilievo è il coinvolgimento all’evento di numerosi Comuni con popolazione inferiore ai 5 mila abitanti, di cui ben 51 sotto la soglia dei mille abitanti e 78 Enti con popolazione superiore ai 15 mila abitanti, tra cui diverse città capoluogo.  

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.