2 ore fa:Fabbisogno di Personale, approvate dal Ministero le richieste del comune di Co-Ro e dell'Unione dei Comuni
6 ore fa:Tradizioni, cresce l'attesa per l'infiorata in onore di San Francesco
4 ore fa:Giornata Europea del Gelato Artigianale: quest'anno un evento tra Mandatoriccio e Cariati
7 ore fa:Trebisacce, tutto pronto per il concorso letterario "Il Liceo dona"
5 ore fa:Polizia Municipale, a Cariati sei nuovi agenti
1 ora fa:Tutelare identità
3 ore fa:Calabria del nord-est a rischio sismico 2: contro i terremoti prevenzione e prontezza
5 ore fa:Eventi sismici e piani di Protezione Civile: a che punto è la Calabria?
3 ore fa:Italvolley: Lavia e Laurenzano sempre più protagonisti della nazionale
7 ore fa:Patto di Stabilità, per Ferrara (M5s) «soffocherà i cittadini. Votarlo significa tradire l'Italia»

Rocca Imperiale, potenziato il Poliambulatorio: «Buon lavoro di Straface e Asp di Cosenza»

1 minuti di lettura

ROCCA IMPERIALE – Il commissario di Forza Italia Rocca Imperiale, Giovanni Gallo, è intervenuto a seguito del potenziamento del Poliambulatorio ringraziando «a nome della sezione la consigliera regionale Pasqualina Straface, Presidente della Commissione Sanità della Regione Calabria, per l’impegno profuso e i risultati raggiunti di concerto con l’Asp di Cosenza – Distretto Sanitario Ionio Nord - per il potenziamento del Poliambulatorio di Rocca Imperiale a servizio della comunità locale e dell’intero alto Jonio cosentino».

«Dai rilievi effettuati presso il nostro poliambulatorio – prosegue la nota - l’Onorevole Straface ha sposato pienamente le istanze manifestate dagli esponenti locali di Forza Italia sulla necessità di recuperare i locali del primo piano e sulle professionalità mancanti presso la locale struttura sanitaria.

Difatti, alla luce delle constatazioni effettuate e dalle interlocuzioni intense e costanti con gli attivisti azzurri locali, è stata predisposta dal distretto sanitario Ionio Nord la progettazione sanitaria territoriale presso il poliambulatorio di Rocca Imperiale con l’attivazione delle branche di ortopedia, endocrinologia, geriatria, oculistica e ginecologia

Ora il passo successivo sulla sanità di prossimità, il potenziamento dell’assistenza domiciliare integrata con altri medici, la telemedicina e la radiologia domiciliare. Un buon lavoro svolto per la nostra comunità».

Rita Rizzuti
Autore: Rita Rizzuti

Nata nel 1994, laureata in Scienze Filosofiche, ho studiato Editoria e Marketing Digitale. Amo leggere e tutto ciò che riguarda la parola e il linguaggio. Le profonde questioni umane mi affascinano e mi tormentano. Difendo sempre le mie idee.