3 ore fa:Viaggio tra i Feudi della Sila Greca - Il Feudo di Cariati: dai Borgia agli Spinelli
21 ore fa:Ora bisogna aprire una vertenza generazionale
2 ore fa:Ritorna Autori d'(A)mare: domenica 23 giugno arriva Serena Bortone
23 ore fa:Scatta la mobilitazione di Coldiretti Calabria: «Basta cinghiali e fauna selvatica»
5 ore fa:Odissea 2000, 30 anni di identità turistica. Montesanto: « Un modello a cui ispirarsi»
4 ore fa:Cosa si dice nella Calabria del nord-est: una settimana di notizie
19 ore fa:Giuseppe Pallone su Rai 2 sarà protagonista della Performer Cup
22 ore fa:Campana, presto verrà rifatta parte della rete idrica comunale
41 minuti fa:San Basile: il neo eletto sindaco Filippo Tocco vara la giunta
20 ore fa:La Vignetta dell'Eco

Co-Ro, sono tre i finanziamenti ammessi nel Programma PinQua

1 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO - Programma Innovativo Nazionale per la Qualità dell'Abitare (PinQua), con il decreto firmato ieri dal Ministro delle Infrastrutture e la Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini, vengono assegnati 2,8 miliardi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr) e circa 20 milioni derivanti da residui 2019 e 2020 per attuare il Programma Innovativo Nazionale per la Qualità dell'Abitare (PinQua). Il 40% dei fondi verrà destinato a progetti da realizzare nelle regioni del Mezzogiorno.

Gli interventi previsti sono finalizzati a ridurre il disagio abitativo aumentando il patrimonio di edilizia residenziale pubblica, a rigenerare il tessuto socioeconomico dei centri urbani, a migliorare l'accessibilità, la funzionalità e la sicurezza di spazi e luoghi degradati, spesso localizzati nelle periferie.

 Per i tre i progetti ammessi a finanziamento nel comune di Corigliano-Rossano - la proposta «Schiavonea - Nuove Energie per l'Abitare» finanziata per 14,7 milioni di euro, la proposta il cui ambito ricade nel quartiere «dei Vasci», Centro Storico di Corigliano, segnato da spopolamento e abbandono, finanziato per 14,9 milioni di euro e il progetto che ha come ambito il Centro Storico di Rossano finanziato per 14,5 milioni di euro -  continua l'iter di lavoro, anche alla luce del nuovo cronoprogramma stabilito dal Ministero.

In coerenza con i tempi di realizzazione delle opere del Pnrr, gli interventi ammessi al finanziamento dovranno essere realizzati e resi fruibili entro il 31 marzo 2026. Gli enti beneficiari dovranno trasmettere al Ministero, entro 30 giorni dalla data di pubblicazione del decreto, il cronoprogramma dei singoli progetti rimodulato sulla nuova scadenza per confermare la volontà di aderire al programma. In Calabria oltre a Corigliano-Rossano, a prendere i finanziamenti sono state Lamezia Terme e la città metropolitana di Reggio Calabria. 

Veronica Gradilone
Autore: Veronica Gradilone

26 anni. Laurea bis in Comunicazione e Tecnologie dell’Informazione. Mi piace raccontare le storie, non mi piace raccontare la mia