3 ore fa:Bruno Bossio (Pd) chiede l’immediata riammissione del Cosenza Calcio in serie B: «Governo intervenga»
34 minuti fa:È in uscita il nuovo libro di Fabio Pugliese dedicato alla Statale 106
3 ore fa:Incendio a Corigliano-Rossano lungo la provinciale 188
2 ore fa:Amendolara, apre la sede del Partito Italia del Meridione
49 minuti fa:Porto di Co-Ro: «Necessaria la costruzione della banchina, ma senza cancellare la terza darsena»
2 ore fa:Covid, dal primo agosto campagna vaccinale a rischio nella Sibaritide-Pollino
2 ore fa:Co-Ro, Pediatria e Ostetricia «a rischio chiusura da agosto»
57 minuti fa:Nominato il nuovo Prefetto di Cosenza: è Vittoria Ciaramella
1 ora fa:Sabato sera Corigliano-Rossano scenderà in piazza contro la criminalità
2 ore fa:Parte la campagna "Le donne dell'acqua": percorsi di empowerment al femminile

La “Festa dei circondari”: incontri, itinerari e sorprese. Ecco i dettagli

5 minuti di lettura

SPEZZANO DELLA SILA - Il FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano dedica due giorni di festa ai “circondari” dei suoi Beni. Ma cosa sono i circondari? Sono i territori immediatamente circostanti i Beni del FAI, cui essi stessi appartengono; sono contesti spesso di straordinaria bellezza e di inestimabile valore culturale, ricchi di piccoli e grandi tesori del patrimonio italiano, talvolta poco noti o sconosciuti, e perciò vere e proprie scoperte, non solo per chi li visita da “turista”, ma anche per chi vi abita vicino.

Un patrimonio materiale e immateriale in cui si intrecciano storia e natural’Ambiente secondo il FAI – e che riflette identità e tradizioni di cui essere sempre più consapevoli e fieri, perché sulla coscienza del valore dei luoghi si fonda la valorizzazione del territorio, motore dello sviluppo dell’Italia, culturale e anche economico. Tutto ciò merita di essere conosciuto e apprezzato, promosso e valorizzato, sempre di più e sempre meglio. Tutto ciò merita una festa: la Festa dei Circondari, sabato 19 e domenica 20 giugno 2021.

I circondari di nove Beni del FAI, in otto regioni di Italia, dal Nord al Sud – tra cui i Giganti della Sila a Spezzano della Sila (CS) – saranno protagonisti di un programma ricco di proposte che si svolgeranno dentro e fuori dai Beni. Dentro ai Beni i territori si racconteranno attraverso incontri, narrazioni, laboratori, piccoli eventi musicali, mostre di prodotti locali, dall’artigianato all’enogastronomia, con degustazioni, aperitivi e cene. Ma la festa si estende soprattutto fuori dai Beni, lungo itinerari suggeriti (consultabili su www.festadeicircondari.it), da percorrere da soli o accompagnati da guide, a piedi o in bicicletta, in macchina e perfino in barca, alla scoperta di borghi, chiese e palazzi, piccoli e curiosi musei, aree archeologiche e naturalistiche, botteghe, aziende agricole e perfino ristoranti, che partecipano tutti con generosità ed entusiasmo (a seguire le attività proposte durante la “Festa dei Circondari” ai Giganti della Sila).

Una vera e propria festa dei territori intorno ai Beni del FAI, resa possibile grazie a un lavoro comune che ha coinvolto 28 amministrazioni comunali, 27 associazioni, 24 musei, 7 scuole e università e 37 tra imprenditori e artigiani locali, e che negli anni a venire si estenderà a nuovi Beni e a nuovi circondari, ovvero a nuovi territori e nuove comunità. L’occasione per trascorrere un week-end all’aria aperta celebrando l’inizio dell’estate, per visitare i Beni del FAI in un’allegra e inedita festa, e per scoprire, nei loro circondari, oltre 100 luoghi di interesse culturale, mete originali e inedite del cosiddetto turismo di prossimità, vicino alle città e facilmente accessibile: una risposta alla necessità e al desiderio di tanti italiani di godersi, quest’anno in particolare, una “vacanza in Italia”.

Alcune attività sono su prenotazione, per altre la prenotazione è vivamente consigliata.

Per informazioni, dettagli e costo dei biglietti www.festadeicircondari.it

Le attività ai Giganti della Sila:

Sabato e domenica dalle ore 11 passeggiate guidate nella Riserva dei Giganti della Sila per scoprire questi maestosi alberi monumentali e il contesto naturalistico e storico del Parco Nazionale della Sila. Durante la visita, i partecipanti avranno l'opportunità di conoscere alcune delle specie endemiche che caratterizzano il territorio dell’altipiano silano e come il bosco è stato sfruttato fin dall'epoca dei Romani.

Entrambi i giorni alle ore 15 e alle 16 Tommaso Talerico, guida AIGAE e guida ufficiale del Parco Nazionale della Sila, accompagnerà i visitatori all’interno della riserva e mostrerà la fauna tipica dell'altipiano silano, dallo scoiattolo nero al lupo, dalla poiana al picchio nero.

Dalle ore 10 un artigiano locale esporrà manufatti ecosostenibili realizzati con materiale naturale del territorio e darà dimostrazione delle proprie tecniche e abilità.

Le attività nei “circondari” dei Giganti della Sila:

Nel fine settimana si potranno visitare “chicche” o luoghi poco conosciuti: il borgo medievale di San Giovanni in Fiore con la magnifica e austera Abbazia Florense, fondata nel XII secolo da Gioacchino da Fiore, il monaco che Dante Alighieri nella Divina Commedia ha definito come “di spirito profetico dotato”; la Bottega Storica del Tessuto d’Arte e Museo della Ginestra “Eugenio Celestino” a Longobucco, borgo immerso nella Sila Greca un tempo definito “La Città dell’Argento e dei Telai” per la presenza di antiche miniere e di una tradizione tessile risalente al Quattrocento; il Santuario di San Francesco di Paola di Spezzano della Sila.

Sabato e domenica alle ore 10, in compagnia di guide esperienziali, sarà possibile visitare un’azienda agricola specializzata nella produzione di frutti di bosco, nel piccolo paese di Croce di Magara, e il vigneto più alto d’Europa, situato a circa 1300 metri, nel borgo di Cava di Melis, dove si coltivano uve Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Merlot, Pinot bianco e Chardonnay, capaci di resistere a  temperature che arrivano anche a – 20 °C. Domenica, sempre alle ore 10, aprirà al pubblico una fattoria nei pressi di Acri, tra le eccellenze della Calabria, con mucche, maiali, cavalli e polli allo stato brado; al termine della visita, degustazione di prodotti tipici, tra cui caciocavalli, ricotte, formaggi e giungate ottenuti dal latte crudo appena munto.

Sabato e domenica dalle ore 10 si potrà esplorare il lago Arvo, uno dei più belli della Calabria, incastonato fra le due più alte vette dell'altipiano silano, Botte Donato e Montenero, in battello elettrico o su bike boat, biciclette galleggianti che corrono sull’acqua.

Sempre nei due giorni, alle ore 9.30 trekking intorno al bosco dei Giganti, con l’accompagnamento di una guida professionista che illustrerà i diversi aspetti della biodiversità faunistica e floristica silana; alle 10 e alle 16 tour in mountain bike o in e-bike attraverso il sentiero e i dintorni della riserva, per immergersi nel verde dei boschi e dei pascoli della montagna.

I Giganti della Sila sono un Bene in concessione da Ente Parco della Sila.

Con il Patrocinio del Comune di Spezzano della Sila.

Grazie a Rai, Main Media Partner dell’iniziativa, che come sempre racconterà al pubblico il ricco e variegato palinsesto della Festa dei Circondari grazie anche alla capillare collaborazione della Testata Giornalistica Regionale Rai.

Il calendario degli Eventi nei Beni FAI 2021 è reso possibile grazie al fondamentale sostegno di Ferrarelle, partner degli eventi istituzionali e acqua ufficiale del FAI; al significativo contributo di Nespresso, azienda che dal 2020 sostiene la Fondazione, di Delicius, che rinnova il sostegno al FAI affiancandosi per la prima volta al progetto, e di Pirelli che conferma per il nono anno consecutivo la sua storica vicinanza al FAI.

Per consentire al pubblico di visitare i Beni nella massima sicurezza, il FAI si è preoccupato di garantire il pieno rispetto dei principi definiti dal Governo a partire dal mantenimento della distanza interpersonale o fisica. In tutti i Beni la visita sarà contingentata per numero di visitatori e, ove possibile, organizzata a “senso unico” per evitare eventuali incroci. Le stanze più piccole e quelle che non permettono un percorso circolare saranno visibili solo affacciandosi; le porte saranno tenute aperte onde ridurre le superfici di contatto. Sarà d’obbligo indossare la mascherina per tutta la durata della visita. Saranno inoltre a disposizione dispenser con gel igienizzante sia in biglietteria che nei punti critici lungo il percorso.

Il giorno precedente l’appuntamento, i partecipanti che avranno effettuato la prenotazione riceveranno una mail con le indicazioni sulle modalità di accesso e un link da cui scaricare materiali di supporto alla visita nel Bene, a cura dell’Ufficio Affari Culturali FAI. Gli stessi materiali, che non saranno più distribuiti in formato cartaceo, saranno accessibili in loco su supporti digitali grazie a un QR Code scaricabile direttamente in biglietteria.

L’accesso alla biglietteria, al bookshop e ai locali di servizio sarà permesso a un visitatore o a un nucleo famigliare alla volta; nei negozi FAI i clienti dovranno indossare la mascherina, e saranno a disposizione guanti monouso, qualora fossero preferiti all’igienizzazione delle mani. Si invita inoltre a effettuare gli acquisti con carte di credito e bancomat, per ridurre lo scambio di carta tra personale e visitatori. L’accesso è vietato a chi abbia una temperatura corporea superiore a 37.5°.

www.fondoambiente.itwww.festadeicircondari.it

 

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.