22 ore fa:Campana, presto verrà rifatta parte della rete idrica comunale
15 minuti fa:A Mormanno apre l’ambulatorio oncologico
22 ore fa:Ora bisogna aprire una vertenza generazionale
21 ore fa:La Vignetta dell'Eco
3 ore fa:Ritorna Autori d'(A)mare: domenica 23 giugno arriva Serena Bortone
20 ore fa:Giuseppe Pallone su Rai 2 sarà protagonista della Performer Cup
4 ore fa:Viaggio tra i Feudi della Sila Greca - Il Feudo di Cariati: dai Borgia agli Spinelli
5 ore fa:Cosa si dice nella Calabria del nord-est: una settimana di notizie
1 ora fa:San Basile: il neo eletto sindaco Filippo Tocco vara la giunta
6 ore fa:Odissea 2000, 30 anni di identità turistica. Montesanto: « Un modello a cui ispirarsi»

Castrovillari risponde sì alla solidarietà. La voce dei volontari, motore della Giornata di raccolta farmaci

1 minuti di lettura

CASTROVILLARI - “E’ stato bellissimo vedere pieno lo scatolone in cui abbiamo raccolto i farmaci già da metà mattina - dicono i volontari dopo un’intensa giornata - ed è stato gratificante dare risposte a tutte le persone che si sono avvicinate per chiedere informazioni per poter aderire all’iniziativa”.

Impegno, dedizione e tanta solidarietà. Sono stati questi gli ingredienti per la riuscita della Giornata di Raccolta del Farmaco a cura del Banco Farmaceutico che si è tenuta il 13 febbraio anche nella città del Pollino. Non sarebbe stato lo stesso, però, senza la presenza dei 14 volontari che hanno accolto l’impegno immediatamente coadiuvati dai ragazzi della GiFra di Castrovillari. Un’esperienza formativa e, se vogliamo, anche di analisi del territorio in termini di solidarietà, che ha permesso di misurare la partecipazione della collettività nell’aiuto ai bisognosi.

Una reale misurazione, in effetti, vista dagli occhi di chi in questa giornata ha dedicato tempo e cuore come uno dei ragazzi che ha voluto condividere la sua esperienza: “Credevo che la crisi sociale attuale avrebbe portato a diminuire il feedback della Giornata della Raccolta del Farmaco – dice Emmanuele Curia, uno dei volontari che ha partecipato attivamente alla giornata – ma Castrovillari ha risposto in maniera consistente. La solidarietà che i castrovillaresi hanno avuto nei confronti delle persone più sfortunate non è stata fermata nemmeno dalla condizione attuale di cui tutti risentiamo. Per noi ragazzi è stato molto bello nonostante avessimo già partecipato ad iniziative di volontariato tra cui la raccolta di farmaci pediatrici nella giornata dei diritti dell’infanzia”. In particolare i ragazzi della GiFra giovani francescani sono stati particolarmente coinvolti dal momento che “abbiamo accolto questo invito camminando sulle orme di San Francesco – continua Emmanuele – che fu forse il primo volontario che non aveva paura di curare gli ammalati. Abbiamo riscoperto nella gente quella voglia di solidarietà verso i più bisognosi che da tanto tempo forse non si vedeva. Una risposta positiva e gratificante e noi come volontari abbiamo preso a cuore l’iniziativa con emozione”.

Quattro le farmacie coinvolte su Castrovillari, Blandi, D’Atri, Caterini/Filpo, e Giannoni dove i cittadini hanno acquistato per donare. Un’occasione per rimarcare che insieme è possibile migliorare la qualità della vita e garantire dignità nella salute e nel curarsi a chi purtroppo è meno fortunato. Questo, dicono i volontari, è il vero bene comune.

Paola Chiodi
Autore: Paola Chiodi

Curiosa, solare e precisa. Laureata in Comunicazione e Dams all'Università della Calabria, ha perfezionato gli studi con un Master in Giornalismo e Comunicazione insieme alle più grandi firme del panorama nazionale. Dal copywriting e la comunicazione per il web è entrata da subito nel mondo del giornalismo televisivo, come inviata e conduttrice di format, speciali e servizi. Si occupa di eventi culturali, per i quali è responsabile dell'ufficio stampa e cura la comunicazione istituzionale di associazioni e confederazioni nazionali. La sua più grande passione è l’arte, ma adora anche il vintage e il teatro (dalla commedia all’opera).