15 ore fa:La storia delle scatoline liquirizia Amarelli al Ministero del Made in Italy
2 ore fa:Caloveto chiede l’attivazione dei pozzi del Trionto
48 minuti fa:Perdite di acqua, il Comune di Co-Ro valuta azioni legali nei confronti di Sorical
16 ore fa:Cambia la viabilità sul lungomare Colombo di Cariati per la stagione estiva
18 minuti fa:Nuovo appuntamento per "La Città della Musica" con il Concerto per fisarmonica del Maestro Ruffolo
15 ore fa:L'Unical continua a crescere: per il quinto anno consecutivo aumenta la percentuale di iscritti
1 ora fa:Niente autostrada fino al mare: la Soprintendenza "elimina" dal progetto della 106 il raddoppio della Statale 534
32 minuti fa:A Cerisano riaprono le porte della storica Oasi di Sant’Antonio
2 ore fa:Corona di alloro per gli atleti speciali de I Figli della Luna
15 ore fa:Ecco i 24 eletti del nuovo Consiglio Comunale di Corigliano-Rossano: Rosellina Madeo la più votata

Amministrative a Vaccarizzo, ecco la lista a sostegno di Antonio Pomillo Sindaco

1 minuti di lettura

VACCARIZZO ALBANESE – «La grande azione di riqualificazione e rifunzionalizzazione delle piazze e dei palazzi storici di Vaccarizzo Albanese portata avanti in questi ultimi 10 anni con un investimento sul patrimonio identitario e culturale di quasi 2 milioni di euro sugli oltre 20 complessivamente recuperati, si inserisce nella coerente cornice valoriale di city marketing perseguita dall'Amministrazione Comunale guidata da Antonio Pomillo. Tra gli altri progetti ambizioni ai quali si intende dare continuità vi è quello di lanciare da Vakarici e dalla Calabria il Club Euromediterraneo dei Salotti Diffusi».

Si candidano a portare avanti progetti e opportunità per il borgo arbëreshë e alla carica di consigliere comunale nella lista "Liberamente" a sostegno della conferma di Pomillo quale primo cittadino di Vaccarizzo Albanese, Mattia Serra, Luigi Francesco Godino, Stefano Minisci, Teresa Viteritti, Damiano Luzzi, Giuseppe Borrelli, Annunziato Sposato, Anna Pignataro, Giovanni Giuseppe Romano, Rosaria Turano.

Dall'intervento di restauro e valorizzazione della Chiesa del Rosario per un importo di circa 900 mila euro regionali (che include la realizzazione del Campanile/Torre campanaria) al rifacimento della copertura e ripristino dell'intonaco esterno della chiesa Madonna di Costantinopoli; passando dal finanziamento che inserisce Vakarici con il progetto Strade della Gjitonia, tra i 110 interventi calabresi considerati ad alta priorità e finanziati nell'ambito dei Contratti Istituzionali di Sviluppo CIS (679.255,35 euro); fino al progetto di segnaletica tradizionale, tecnologica e storytelling per la valorizzazione di percorsi e siti turistici del comune. Gal Sibaritide (50.000 euro). Sfiorano i due milioni di euro gli investimenti distribuiti sul patrimonio identitario e culturale di Vakarici. 

«Alla luce, in coerenza e rafforzando gli importanti risultati conseguiti negli ultimi dieci anni e che hanno sensibilmente migliorato sia la complessiva qualità della vita reale e percepita della comunità residente, sia le prospettive di sviluppo eco-sostenibile, turistico e socio-economico di Vaccarizzo Albanese, il governo che la squadra di uomini e donne di "Liberamente" si propone di condividere per i prossimi cinque anni sarà ancorato ad un doppio indirizzo di metodo e di visione: da una parte, continuare ad estendere la qualità dei servizi e la migliore fruibilità infrastrutturale e della vivibilità cittadina a tutto il prezioso perimetro del patrimonio agricolo, agroalimentare e paesaggistico comunale, programmando ed attuando interventi a servizio delle attività produttive e delle ambizioni turistico - esperienziali; dall'altra, trasformare tutti i traguardi già raggiunti in termini infrastrutturali e di servizi al cittadino ed all'ospite in nuovi ed ulteriori punti di ri-partenza per rafforzare e costruire nuove occasioni di crescita e di sviluppo per il nostro comune e per tutto il territorio».
 

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.