3 ore fa:Laboratorio creativo a Corigliano-Rossano per il progetto Green future Erasmus+
4 ore fa:Presto gemellati i comuni di San Cosmo Albanese e quello albanese di Mirdita
5 ore fa:Saccomanno ringrazia la Calabria «per il risultato straordinario della Lega alle ultime elezioni»
8 ore fa:Gallo alla mobilitazione Coldiretti Calabria "basta cinghiali": «La Regione farà la sua parte»
5 ore fa:Lo spoke ancora in sofferenza, Castrovillari fa quadrato attorno al suo ospedale
7 ore fa:Apprendimento, promozione territoriale e divertimento: numeri raddoppiati per il “Calabria Summer Camp 2024”
7 ore fa:Autonomia differenziata, Graziano e De Nisi (Azione) chiedono ai deputati di votare "No"
6 ore fa:Brucia l'alto Jonio: incendi a Iti, Piana Caruso e Sibari
4 ore fa:Elezione diretta del premier e abolizione dei senatori a vita: approvato Ddl costituzionale al Senato
6 ore fa:Annunziata, entra in funzione il nuovo reparto di Ginecologia

«Inaccettabile cancellazione tratto Praia-Tarsia. Salvini ora ha smesso di fare passerelle in Calabria?»

1 minuti di lettura

ROMA -  La deputata del Movimento 5 Stelle, Elisa Scutellà, è intervenuta sulla cancellazione del lotto Praia-Tarsia.

«La decisione - dichiara in una nota - di sostituire il lotto Praia-Tarsia in favore di Praia-Paola significa infierire ancora una volta sui cittadini dell'area jonica».

«Mi aspetto un ripensamento da parte di Rfi e una presa di posizione forte del ministro Salvini che in campagna elettorale prometteva "mari e monti" ai cittadini dello Jonio per uscire dall'isolamento a cui sono stati condannati. La cancellazione del lotto Praia-Tarsia - prosegue Scutellà - significa escludere dall'Alta Velocità migliaia di cittadini che rappresentano la stragrande maggioranza della provincia di Cosenza, sia per l'area interna che per l'area jonica».

«Se il ministro Salvini avesse letto il rapporto Pendolaria 2023 di Legambiente, e se volesse davvero tenere fede alle promesse elettorali spiattellate in campagna elettorale, avrebbe evitato l'esclusione della stazione di Tarsia dal progetto di Alta Velocità. Ma tutto ciò non è avvenuto a conferma del totale disinteresse verso le zone più isolate della nostra Regione che continuano a pagare il prezzo di una politica miope e affarista» conclude Scutellà. 

Rita Rizzuti
Autore: Rita Rizzuti

Nata nel 1994, laureata in Scienze Filosofiche, ho studiato Editoria e Marketing Digitale. Amo leggere e tutto ciò che riguarda la parola e il linguaggio. Le profonde questioni umane mi affascinano e mi tormentano. Difendo sempre le mie idee.