4 ore fa:Presto gemellati i comuni di San Cosmo Albanese e quello albanese di Mirdita
4 ore fa:Saccomanno ringrazia la Calabria «per il risultato straordinario della Lega alle ultime elezioni»
3 ore fa:Elezione diretta del premier e abolizione dei senatori a vita: approvato Ddl costituzionale al Senato
7 ore fa:Gallo alla mobilitazione Coldiretti Calabria "basta cinghiali": «La Regione farà la sua parte»
6 ore fa:Annunziata, entra in funzione il nuovo reparto di Ginecologia
3 ore fa:Laboratorio creativo a Corigliano-Rossano per il progetto Green future Erasmus+
5 ore fa:Lo spoke ancora in sofferenza, Castrovillari fa quadrato attorno al suo ospedale
5 ore fa:Brucia l'alto Jonio: incendi a Iti, Piana Caruso e Sibari
7 ore fa:Apprendimento, promozione territoriale e divertimento: numeri raddoppiati per il “Calabria Summer Camp 2024”
6 ore fa:Autonomia differenziata, Graziano e De Nisi (Azione) chiedono ai deputati di votare "No"

Rapani a Cutro «per manifestare solidarietà e vicinanza alla popolazione e alle famiglie delle vittime»

1 minuti di lettura

CUTRO - «Solidarietà, vicinanza e sostegno. Sono stati questi i sentimenti che mi hanno spinto questa mattina a recarmi a Cutro per deporre una corona di fiori in piazza Mare Jonio, luogo divenuto simbolo della tragedia consumata il 26 febbraio scorso. Esprimo vicinanza e solidarietà alle famiglie delle numerose vittime, alla comunità di Cutro che con grandissima umanità ha fronteggiato una strage di quelle proporzioni ed a quanti tentano la fuga dalle guerre».

È quanto dichiara il senatore di Fratelli d'Italia e membro della Commissione Giustizia, Ernesto Rapani. 

«Al contempo, però, non posso non condannare il mercato delle anime, quelle mafie che speculano organizzando le traversate in mare di persone disperate che vogliono provare a ricostruirsi una vita altrove. Agli scafisti, invece, pensa e penserà il Governo con l'inasprimento delle pene da espiare. Un discorso a parte, invece, meriterebbero le organizzazioni non governative complici dei mercanti del mare. Abbiamo sempre sostenuto che le ong sono utili se prestano soccorso quando è necessario ma se stazionano in mare in attesa dei barconi, allora non si tratta di aiuti umanitari ma di essere uno degli ingranaggi di quelle organizzazioni criminali».

 

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.