12 ore fa:Ventura stuzzica il sindaco Labonia: «Nessuna polemica, ci stanno a cuore i problemi della gente»
8 ore fa:Ha fatto tappa a Cassano il tour Italia Brilla - Costellazione 2022, al centro: la divulgazione scientifica
14 ore fa:Primi risultati incoraggianti per l'uso dello Scout Speed a Calopezzati
11 ore fa:Storie d'Altri tempi - La grande guerra a Corigliano
13 ore fa:Marina di Sibari con un nuovo look: ecco la nuova piazza "Rosa dei Venti"
7 ore fa:Scala Coeli, la BioValle del Nicà è accerchiata dal fuoco
10 ore fa:Campana, iniziativa “green” dell’oratorio “Don Bosco”. I carabinieri diventano animatori d’eccezione
14 ore fa:Cassano Jonio, impalcatura si stacca dal palazzo: necessario intervento dei Vigili del Fuoco
9 ore fa:Un tipo quasi come noi
8 ore fa:A Co-Ro un lunedì all'insegna dell'arte con le "Storie di pezza" di Angelo Gallo

«Per fronteggiare l'emergenza rifiuti a Co-Ro bisogna seguire le linee guida della Regione»

1 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO - «E' inutile far finta di non capire sottoscrivendo comunicati stampa e scrivendosi interviste, con giornalisti compiacenti, che parlano di tutto tranne che delle scelte assurde di questa amministrazione comunale. Bisogna seguire i dettami chiari della Regione che abbattono i costi di trattamento e smaltimento dei rifiuti. La politica è fatta di parole, grazie a Dio l'amministrazione pubblica è fatta di numeri».

Lo afferma in un comunicato stampa il consigliere comunale Francesco Madeo (Corigliano-Rossano in Azione).

«L'Amministrazione Stasi che per le ecoballe di Bucita ha fatto le barricate, congiuntamente al partito cittadino dei verdi, continua ad accumulare ecoballe a Bucita, tra l'altro a rallentatore e senza una credibile soluzione futura per il nostro territorio, raddoppiando i costi di gestione del servizio di igiene urbana e raddoppiando la tassa in capo ai nostri cittadini. Lo abbiamo detto e lo ribadiamo che la tassa rifiuti aumenterà ancora per il 2023 – si legge nella nota - la situazione è diventata economicamente insostenibile per i nostri cittadini? Si, la colpa è solo di Flavio Stasi».

«La colpa è ancora della Regione? Secondo il Commissario Regionale Gualtieri no. La Regione Calabria ha messo a disposizione l'impianto regionale di San Giovanni in Fiore che il sindaco Stasi per motivazioni sconosciute non vuole utilizzare, ricevendo il richiamo e il diktat, insieme all'Ato di Cosenza, del Commissario – afferma Madeo - oggetto della discordia sarebbe l'insensata e scellerata scelta di mantenere alti i costi dello smaltimento cittadino, più che doppi rispetto a quelli regionali».

«Gualtieri dopo aver emanato il legittimo divieto di smaltimento dei rifiuti regionali in impianti extraregionali o addirittura esteri ha messo a disposizione l'impianto Regionale di San Giovanni in Fiore garantendo una tariffa fissa di 150 euro a tonnellata invece dell'attuale tariffa cittadina di 321 euro a tonnellata – dichiara il consigliere comunale - Avete capito bene il nostro Sindaco Stasi preferisce spendere più del doppio pur di non riconoscere il merito altrui. La campagna elettorale è vicina».

«D'altro canto Stasi risponde – conclude Madeo - rispolverando i vecchi slogan ecologisti presi in prestito dai "Verdi" durante le battaglie di Bucita oggi diventati sterili e inutili proclami contro gli amici, con una "supercazzola" degna di un populismo politico-amministrativo figlio del peggior trasformismo stile Luigi Di Maio».

 

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.