57 minuti fa:Un nuovo difensore centrale e un portiere per il Castrovillari Calcio
16 ore fa:Cassano, consegnati i lavori per la realizzazione del campo di calcio a 5 Outdoor
2 ore fa:Renato Converso e Umberto Romano protagonisti di “Due Amici, un Castello” a Roseto Capo Spulico
3 ore fa:Peppino di Capri ammaliato da Sibari e dalla Calabria. In mille all'arena dei Laghi per applaudire il cantautore
4 ore fa:Nasce la filiera Wedding targata Confapi Calabria. Al timone il noto wedding planner calabrese, Danilo Di Marco
1 ora fa:A quattro anni dalla tragedia del Raganello, Civita ricorda le dieci vittime
3 ore fa:Trebisacce, l'Accademia musicale Gustav Mahler organizza un concerto all'alba sul mare
1 ora fa:A Cassano intitolata una strada a Raffaele Sbarra che perse la vita sulla Statale 106
2 ore fa:Store monomarca della Liquirizia Amarelli, Empio Malara suggerisce di partire da Cosenza
27 minuti fa:A Co-Ro arriva Giobbe Covatta con lo spettacolo “Sei gradi”

L'analisi del voto di Bloise (FI): «Castrovillari non è più un feudo di sinistra»

1 minuti di lettura

CASTROVILLARI – «E’ inutile girarci intorno, il Centro Sinistra ha perso».

Non le manda a dire il coordinatore cittadino di Forza Italia, Liborio Bloise, in merito alla vittoria del centrodestra alle elezioni regionali, analizzando il voto anche nella città del Pollino.

«Questo è il dato anche qui a Castrovillari – continua Bloise - Ad un anno dalle elezioni amministrative locali, sono state smentite le aspettative, di chi considerava la città, con tanta protervia e presunzione, un feudo della sinistra. Non era così e non lo è nemmeno per chi, con altrettanta presunzione, gioca sul futuro della città».

Per Bloise, «troppi candidati che confondono le scelte dei cittadini e non possono aiutare e/o stimolare il cambiamento»; la sinistra cittadina avrebbe fatto un gioco «poco serio, che espone candidati, sganciati da un contesto provinciale, per poi non riuscire nemmeno a fare quadrato intorno agli stessi. E’ un imbroglio politico che la città non ha accettato».

«Abbiamo adesso un quinquennio alla guida di un grande Roberto Occhiuto – continua Bloise - al quale, anche per i nostri rapporti politici ed i legami trentennali, abbiamo chiesto attenzione alle questioni del nostro comprensorio, e dal quale ci aspettiamo tanto e bene».

Bloise, infine, fa i suoi apprezzamenti anche alla riuscita di Ferdinando Laghi, candidato nelle fila di De Magistris e primo eletto nella lista de Magistris presidente, l’unica della coalizione civica a prendere il quorum, «sono sicuro – dice il forzista - potrà contribuire a dare maggior peso alla città, sia pur dai banchi della minoranza».

Paola Chiodi
Autore: Paola Chiodi

Curiosa, solare e precisa. Laureata in Comunicazione e Dams all'Università della Calabria, ha perfezionato gli studi con un Master in Giornalismo e Comunicazione insieme alle più grandi firme del panorama nazionale. Dal copywriting e la comunicazione per il web è entrata da subito nel mondo del giornalismo televisivo, come inviata e conduttrice di format, speciali e servizi. Si occupa di eventi culturali, per i quali è responsabile dell'ufficio stampa e cura la comunicazione istituzionale di associazioni e confederazioni nazionali. La sua più grande passione è l’arte, ma adora anche il vintage e il teatro (dalla commedia all’opera).