2 ore fa:La CorriCastrovillari si classifica terza alla seconda gara del Campionato regionale 
4 ore fa:45milioni di euro per rigenerale Corigliano-Rossano e scrivere la storia di questa città
3 ore fa:Estorce denaro ai genitori: arrestato un 25 enne
4 ore fa:Consulenti del lavoro di Cosenza: rinnovato il consiglio provinciale
3 ore fa:Piccoli pescatori fra crisi, ripartenza e nuovo presidente della Regione Calabria
13 minuti fa:Smaltimento illecito di reflui. Sigilli a una condotta di un supermercato
4 ore fa:A Cassano all’Ionio vietato sentirsi male: «Siamo alla frutta»
28 minuti fa:Bando da 1,4 milioni per i gestori degli impianti di terme storiche della Calabria
2 ore fa:Celebrati i primi 15 anni di vita dell’Istituto Donizetti di Mirto Crosia
44 minuti fa:Emergenza covid, in Calabria aumentano i ricoveri e le terapie intensive

Piani Locali per il Lavoro: dal 1° settembre presentazione domande

1 minuti di lettura
Riaprono i termini per inoltrare le domande di partecipazione all’avviso “Piani Locali per il Lavoro” per la selezione di aziende e datori di lavoro interessati e idonei ad assumere a tempo indeterminato mediante “dote occupazionale” una o più figure professionali specializzate tra i giovani laureati già individuati come destinatari dei PLL Azione 5 (voucher per la buona occupabilità). La seconda finestra per la presentazione delle istanze partirà dal 1 settembre e si chiuderà il 30 settembre 2019. L’intervento della Regione Calabria (a valere sull'Azione 1 "dote" dei Piani Locali per il Lavoro – POR CALABRIA FERS 2014-2020 ASSE 8 AZIONE 8.5.1.) prevede un impegno complessivo di 820 mila euro ed intende promuovere il sostegno all’occupazione delle figure professionali già inserite nelle graduatorie, e il miglioramento delle performance delle aziende calabresi interessate ad integrare i propri organici. Destinatari della misura, infatti, sono i giovani laureati che si trovano nella condizione di “soggetti svantaggiati o molto svantaggiati” titolari della “dote occupazionale”, che hanno terminato positivamente il proprio Piano Individuale dei Avviamento al Lavoro (PIAL). Gli ambiti di specializzazione di tali risorse, competenti e competitive, sono strettamente legate alle specificità del territorio e alle esigenze del mondo produttivo calabrese spaziando tra Green Economy, Energia, Ambiente, Marketing territoriale, Consulenza aziendale, Comunicazione, Progettazione, Turismo e Cultura, Agroalimentare / Agricoltura, Inclusione sociale e Grafica e Multimedia. I giovani laureati, grazie anche ai Piani Locali per il Lavoro, sono già avviati in un percorso che consentirà un loro rapido e proficuo inserimento nelle dinamiche aziendali. Le imprese potranno presentare una sola domanda di contributo, pur richiedendo più “doti occupazionali”, per un aiuto concedibile massimo di 20 mila euro. Le spese ammissibili sono i costi lordi salariali durante un periodo massimo di 12 mesi (se lavoratore svantaggiato) o 24 mesi (se lavoratore molto svantaggiato) successivi all'assunzione a tempo indeterminato (full-time o part-time). Per accedere alle agevolazioni previste le imprese dovranno presentare la domanda di partecipazione e relativi allegati tramite PEC all’indirizzo: pll.selfps@pec.regione.calabria.it dal 1 settembre e si chiuderà il 30 settembre 2019 (seconda finestra temporale ai sensi dell'art. 4.3.2 dell'avviso). Le domande presentate dalle imprese saranno oggetto di valutazione secondo una procedura valutativa a sportello, che porterà alla pubblicazione dell’elenco delle imprese ammesse tra i soggetti finanziabili. I destinatari potranno scegliere dall’elenco delle aziende ammesse che abbiano indicato un profilo professionale da assumere compatibile con il proprio. Il Settore 5 del Dipartimento n. 7 Lavoro, Formazione e Politiche Sociali della Regione Calabria, infine, opererà il necessario matching tra i fabbisogni espressi dalle aziende e i destinatari.
Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.