11:01 am:Regionali, DemA Calabria: «De Magistris non è una scelta “calata dall’alto”. Basta polemiche»
10:01 am:Castrovillari, ecco i vincitori del concorso artistico-letterario "Sul fondo. Per non dimenticare la Shoah"
12:01 pm:Corigliano-Rossano, il Comune cerca un esperto in gestione amministrativa
11:01 am:Unindustria Calabria: «Necessaria revisione aliquote TARI e abolizione tasse regionali per le aziende turistiche»
12:01 pm:Cittadinanza a Liliana Segre, è il momento di Corigliano-Rossano?
11:01 am:ECOSALUTE (puntata 2) - Leucemie cosa sono e quali armi abbiamo per affrontarle. Ospite il Prof. Stefano Molica
12:01 pm:Corigliano-Rossano, Piano Triennale Prevenzione Corruzione Trasparenza: avviato percorso partecipativo
10:01 am:Il Consiglio Direttivo dell’Ente Parco Nazionale della Sila approva il Piano di previsione
10:01 am:Ex Tribunale Rossano, Gav: «Conferma del fallimento della politica nel territorio dell’alto Jonio cosentino»
9:54 am:Saracena: screening gratuito esteso anche agli alunni delle scuole

Furto di legna nel Parco nazionale della Sila

1 minuti di lettura
Due braccianti agricoli di Petilia Policastro sono stati fermati con le accuse di furto di legna, danneggiamento e deturpamento di bellezze naturali. L'operazione è stata effettuata dai Carabinieri Forestale della Stazione Parco di Cotronei, dipendenti dal Reparto Carabinieri PN “Sila”. I due uomini sono stati fermati nell’area Parco con a bordo della propria autovettura della legna ed una motosega da poco usata. Insospettiti dal ritrovamento, i militari hanno ispezionato la zona circostante, in particolare la località “Fiume Tacina”, area demaniale ricadente nel comune di Sersale (cz), accertando il luogo da dove la legna a bordo dell’autovettura è risultata trafugata.
FURTO DI LEGNA, DENUNCIATI DUE UOMINI
I due uomini, infatti, avevano proceduto ad abbattare e ad iniziare a trafugare illecitamente ventidue alberi di alto fusto di quercia (Cerro), Ontano Nero ed Acero. Si tratta di piante alte fino a 20 metri; il cui materiale sarebbe stato destinato a legna da ardere. Il provvidenziale intervento dei militari ha evitato che il taglio abusivo continuasse; con ulteriore danno per il patrimonio boschivo e paesaggistico-ambientale della zona. Si è pertanto proceduto al sequestro penale della motosega, di circa 10 quintali di legna di cerro, alla denuncia dei due uomini e al sequestro dell’autoveicolo risultato sprovvisto di copertura assicurativa e revisione. I due uomini, oltre la denuncia, saranno sanzionati di 2.500 euro circa per l'abbattimento delle piante effettuato in assenza di autorizzazioni.
Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.