3 ore fa:Interculturalità e condivisione, all’Itc “L. Palma” avviati ben sei progetti eTwinning
16 ore fa:Visita del consigliere regionale Laghi agli ospedali dello spoke Co-Ro: «Serve personale»
42 minuti fa:La Calabria che non legge, la Sibaritide fanalino di coda d'Italia e d'Europa: così si spiegano tante cose
15 ore fa:Crosia in marcia contro gli atti vandalici che hanno colpito il Sindaco e l'amministrazione
16 ore fa: I consiglieri regionali Graziano e De Nisi entrano in Azione
1 ora fa:Il Maestro pizzaiolo Tangari (Pedro's) è Ambasciatore Doc Italy 2023
15 ore fa:«Riforma Cartabia e ingiusta detenzione, cortocircuito del sistema»
11 minuti fa:Crosia, l'opposizione denuncia: «Dal sindaco Russo vergognoso e inaccettabile attacco a Don Claudio Cipolla»
1 ora fa:Trebisacce, associazioni e scuole insieme per la più creativa ed estrosa delle ricorrenze: il Carnevale
14 ore fa:Cariati, un pronto intervento sociale h24 per tutte le emergenze/urgente del cittadino

Al via il Ramificazioni Festival con “Corpi Celesti” della Compagnia Create Danza

1 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO - Ai nastri di partenza il Ramificazioni Festival, il primo ed unico festival della danza d'autore in Calabria. Corpi Celesti, il primo dei 4 appuntamenti previsti nella città di Corigliano-Rossano, si terrà domenica 20 novembre alle ore 19 al Teatro Paolella, nel centro storico di Rossano, con la Compagnia Create Danza.

È quanto fa sapere Filippo Stabile, direttore artistico della rassegna dedicata alla creatività contemporanea, alle arti visive e coreutiche, riconosciuta per il triennio dal Ministero della Cultura (Mic) che con 20 spettacoli, il coinvolgimento di 14 compagnie di danza, tra le più prestigiose nel panorama nazionale toccherà ben 6 città calabresi. La prima è, appunto, Corigliano-Rossano, città d’origine dello stesso Stabile ideatore di Create Danza, che firma la coreografia di Corpi Celesti. Suddivisa in un lavoro corale di gruppo e un passo a due, il lavoro presentato da Stabile è una raccolta di 2 produzioni inedite del danzatore e coreografo, giovanissimo ma con una qualificata esperienza nazionale ed internazionale che lo ha visto esibirsi nei più importanti teatri al mondo insieme a compagnie di rilievo nazionali.

Il tema al centro dello spettacolo portato in scena dalla compagnia formata da professionisti calabresi, è quello dell’universo come metafora di equilibro costante in uno spazio di infinte possibilità. I danzatori si indagano sul rapporto tra l’uomo e i corpi celesti che lo circondano, attraverso un viaggio interpersonale, alla ricerca della bellezza mistica, gli incontri e gli scontri, i cambiamenti e l’evoluzione. Universolaltro è un lavoro universale sulla capacità di scoperta che porta i danzatori a comprendersi, ad accettarsi e prendersi cura l’uno dell’altro, un’azione coreografica senza tempo sui notturni di Frédéric Chopin. Un omaggio ai 50 anni dal primo allunaggio. Trafitto da un raggio di sole è il titolo della seconda performance, una poetica fatta di due colori, il giallo ed il blu, che racchiudono il dualismo tra luce e buio, un lavoro introspettivo a tratti comico e divertente, una sorta di tragicommedia che è un tratto distintivo della nostra contemporaneità.

Ridotto per le scuole di danza convenzionate con il progetto, il biglietto d’ingresso, la cui prevendita è disponibile online, può essere acquistato anche con la Carta del Docente e con il Bonus Cultura – 18app. L’ingresso è gratuito per le persone con disabilità. È possibile acquistare i biglietti anche la sera degli spettacoli presso il botteghino, aperto un’ora prima di ogni evento.

(Fonte foto ramificazionifestival) 

Veronica Gradilone
Autore: Veronica Gradilone

25 anni. Laureata in scienze della comunicazione. Laureanda magistrale in comunicazione e tecnologie dell’informazione. Mi piace raccontare le storie, non mi piace raccontare la mia