16 ore fa:Cassano presenta “Differenze”: laboratori sperimentali di educazione di genere nelle scuole medie superiori
15 ore fa:Co-Ro, a rischio le proroghe al 2033 per il demanio marittimo
2 ore fa:Taglio ai privilegi, la proposta di legge di Tavernise (M5S): «Restituire, ai cittadini, fiducia nelle istituzioni»
15 ore fa:A Villapiana arriva l’App del Comune: per fare segnalazioni e informarsi sulle opportunità di lavoro
2 ore fa:Rinnovate le cariche di FederVita Calabria: Antonelli nuovo presidente e Bruno vice presidente
15 ore fa:Torna a Corigliano-Rossano "La camminata tra gli olivi" tra degustazioni ed escursioni. Ecco il programma
16 ore fa:Cassano, sul possibile rincaro della spazzatura l'amministrazione rassicura: «Nessun aumento»
17 ore fa:Rischio concreto di chiusura per il Centro di salute mentale di Corigliano-Rossano
14 ore fa:Co-Ro, in consiglio approvata all'unanimità l'adesione alla strategia "Rifiuti Zero"
1 ora fa:ECO IN DIRETTA (puntata 3 - IV)- Co-Ro, si odono (fatali) sirene d’autonomia: nessuno guarda al futuro

"La sciarpa della pace" conquista il pubblico: successo per la prima cinematografica

1 minuti di lettura

COSENZA - Un successo quasi inaspettato. La prima de "La sciarpa della pace sul filo della cultura per non perdere la Memoria", svoltasi al cinema San Nicola di Cosenza nei giorni scorsi, ha raccolto consensi, apprezzamenti ed emozioni.

«La sciarpa della Pace, ancora una volta, ha avvolto simbolicamente i popoli in un caldo abbraccio» ha affermato, con occhi lucidi, l'anima del progetto, Maria Brunella Stancato.

In una sala gremitissima presenti il presidente dell'associazione Volare a Santo Stefano, Antonio Volpentesta, produttore del docufilm; il regista Gianfranco Confessore e tutti gli attori, le comparse, i tecnici. Hanno voluto apportare il loro contributo anche i presidenti dei Centri di aggregazione culturale anziani della regione Calabria, le istituzioni e gli sponsor che hanno reso possibile la realizzazione del docufilm. Girato, per la cronaca, interamente in Calabria tra Cosenza, Rende ed il campo di internamento di Tarsia. Emozioni, standing ovation finale ed applausi convinti dei partecipanti.

«Il progetto nasce nel 2016: la storia viene trasformata cinematograficamente dal regista Gianfranco Confessore. Siamo partiti da una storia vera, che ha un forte impatto emotivo su chi guarda il corto - ha detto la Stancato durante la presentazione - La storia si intreccia e, proprio come il filo di lana e l'uncinetto utilizzati per realizzare il manufatto che profuma di amore ed accoglienza, racconta una meravigliosa storia d'amore. L'amore incondizionato che provano i nonni verso i nipoti», la sintesi delle immagini.

Il prosieguo del progetto prevede la proiezione del cortometraggio nei territori per avviare una campagna di crowdfunding per poter realizzare il lungometraggio che racconta la Calabria, i suoi panorami e le sue meraviglie.

Perché? «Per presentare una terra meravigliosa, dalle tante sfumature. I protagonisti? I cittadini stessi dei nostri luoghi, che daranno autenticità al lungometraggio» le parole del presidente Antonio Volpentesta.

Il mese di ottobre sarà dedicato alla fase di programmazione delle varie tappe per la proiezione del docufilm presentato. Il cortometraggio- assicurano i protagonisti- parteciperà ai vari concorsi nazionali che si occupano di cinema.

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.