33 minuti fa:Corigliano-Rossano: crescono i contagi nella fascia 0-16 anni. Sono 94 i minori attualmente positivi
4:30 pm:Mancato rinvio provinciali, Spirlì al Governo: «Non parteciperò più alla Stato-Regioni»
6:30 pm:Calabria sempre più "Terra di Mezzo" delle dinamiche politiche nazionali
6:01 pm:Giornata della memoria: la nipote di Simone Wiesenthal, Roberto Olla e Anna Piperno dialogano con gli studenti dell’I. C. Cariati
6:01 pm:Per la Calabria ancora zona arancione, ma è tra le migliori regioni con "rischio basso"
6:01 pm:Castrovillari: Lo Prete sui troppi e frequenti incidenti dei Ponti di Virtù: «Intervenire per la sicurezza»
5:01 pm:Covid: a Cassano la situazione è delicata. Papasso preoccupato: «I contagi stanno salendo, pronto a provvedimenti duri»
4:30 pm: Il Carabinieri pongono sotto sequestro un’autofficina
8:01 pm:«Mi era stato diagnosticato un tumore. Da lì sono rinata». Il racconto di Brunella che ha vinto la sfida con il cancro
5:55 pm:Ex Ospedale di Cariati, resta alta l’attenzione della Giunta

In due arrestati per un'ingente quantità di stupefacenti

1 minuti di lettura
I militari della Compagnia di Cosenza, nel corso di mirati servizi antidroga, hanno tratto in arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti un 37enne ed un 36enne originari di Corigliano Calabro (CS), trovati in possesso di una pietra di 100 grammi di cocaina pura. L’inaspettato rinvenimento è avvenuto durante un posto di controllo, accuratamente predisposto dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Cosenza allo svincolo autostradale. In particolare, i militari, insospettiti dal comportamento anomalo di un conducente, decidevano di fermare una Mercedes Classe B che alla vista della pattuglia tentava di accelerare, imboccando la rampa di immissione allo svincolo. Fortunatamente, in supporto dei militari a terra vi era una seconda autovettura che, alla vista delle intenzioni del guidatore, immediatamente si metteva all’inseguimento, per ostruirgli il passaggio. Il passeggero dell’auto, quando ha capito che non poteva più evitare il controllo, sperando di non essere visto, gettava dallo sportello anteriore destro un involucro bianco, successivamente recuperato dall’altra volante che intanto giungeva in supporto. All’interno dello stesso pacchetto lanciato veniva ritrovata una grossa pietra di cocaina dal peso di 100 grammi, dalla quale, con l’aggiunta di sostanze da taglio, si  sarebbero potute ricavare oltre 900 dosi che vendute al dettaglio avrebbero fruttato un introito di oltre 50.000 Euro. Nel corso dei successivi accertamenti esperiti in Caserma, si apprendeva che uno dei due fermati era sottoposto alla misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale di P.S. per precedenti specifici. Al termine degli accertamenti di rito, i due soggetti venivano associati presso la Casa Circondariale di Cosenza, su disposizione del magistrato di turno presso la Procura della Repubblica di Cosenza. Al termine dell’udienza di convalida dell’arresto, su richiesta della Procura di Cosenza, il 36 enne sorvegliato speciale è stato trattenuto in arresto presso il carcere, mentre per l’altro arrestato, incensurato, è stato disposto l’obbligo di dimora nel comune di Corigliano (CS). di Francesca Russo
Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.