10 ore fa:Nuova toponomastica a Sibari nel solco della memoria e della commozione
13 ore fa:Detenuto accusato di falsa testimonianza è stato assolto perché il fatto non sussiste
Ieri:Conclusa la prima edizione del progetto “Marathon Experience” a Corigliano-Rossano
Ieri:Imprese e lavoro, il cassanese Leonardo Sposato nominato presidente di AEPI Calabria
11 ore fa:Viaggio tra i Feudi della Sila Greca - Le successioni in casa Sambiase del Principato di Campana
12 ore fa:Cosa si dice nella Calabria del nord-est: una settimana di notizie
14 ore fa:Archeologi per un giorno: i bambini del Polo dell’infanzia Magnolia sulla tracce di Sybaris
4 ore fa:Morano, precipita in burrone: interviene il pronto soccorso alpino
9 ore fa:Filcams Cgil alla 3 Emme: «Basta menzogne e  soprusi»
13 ore fa:Appiccarono il fuoco a due autovetture: in manette due cassanesi

Momenti di apprensione a Cariati: si barrica in casa e lancia tutto dalla finestra. Arrestato

1 minuti di lettura

Nella notte appena trascorsa i Carabinieri della Stazione di Cariati e quelli del Nucleo Operativo e Radiomobile del Reparto Territoriale di Corigliano Rossano, con il coordinamento investigativo della Procura della Repubblica di Castrovillari, diretta dal Procuratore Capo Alessandro D’Alessio, hanno arrestato un 40enne, di origini brasiliane, gravemente indiziato dei reati di «maltrattamenti in famiglia» e «resistenza a Pubblico Ufficiale».

Prima di proseguire con la ricostruzione dei fatti appare opportuno precisare che la notizia viene diffusa per garantire le prerogative dell’informazione e nel rispetto dei diritti dell’indagato - ancora da doversi ritenere soggetto alla presunzione di innocenza, attesa l’attuale fase del procedimento, le cui responsabilità penali potranno essere acclarate solo attraverso una sentenza divenuta irrevocabile, ndr.

La vicenda è iniziata con una richiesta disperata di aiuto sul “112”, attraverso la quale la moglie del soggetto poi arrestato ha segnalato di essere stata picchiata e costretta ad uscire dalla casa con i suoi tre figli minorenni. Stessa sorte è toccata alla madre della donna, che ha riportato delle lesioni lievi negli attimi concitati vissuti poco prima. Sul posto i primi militari giunti si sono sincerati circa le condizioni di salute delle due donne e dei bambini costretti a rifugiarsi per strada, mentre l’uomo, in preda ad un raptus di follia, ha continuato a gettare tutte le suppellettili della propria abitazione da un balcone del secondo piano. Momenti di tensione che hanno rappresentato un grave rischio per la popolazione, anche perché il soggetto “barricato” in casa avrebbe potuto attuare altre e ben più pericolose iniziative. Per questa ragione gli operatori presenti sul posto hanno deciso di fermare l’interessato il prima possibile, anche per scongiurare il pericolo aggiunto di possibili derive autolesionistiche. Una volta effettuata l’irruzione nella struttura abitativa lo straniero fuori controllo è stato fermato con l’utilizzo dei taser, la pistola ad impulsi elettrici utilizzata, appunto, per reprimere le condotte delle persone in escandescenza, senza arrecare danni fisici permanenti nei loro confronti. Le normali condizioni di salute del soggetto fermato sono state valutate, sul posto, dai medici del 118, che erano stati fatti intervenire in previsione dell’utilizzo del taser.

Terminate queste fasi concitate e ripristinate le normali condizioni di sicurezza, i militari hanno provveduto a raccogliere gli elementi di prova in ordine ai reati per i quali si procede.        

Sulla scorta dei gravi e concordanti elementi probatori raccolti, il 40enne brasiliano è stato arrestato nella flagranza dei reati di «maltrattamenti in famiglia» e «resistenza a Pubblico Ufficiale» e, per questa ragione, ristretto in carcere, dove rimarrà a disposizione dei Magistrati della Procura di Castrovillari.

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.