12 ore fa: IC Crosia primo classificato al Concorso Nazionale “Agri-coltura: costruiamo l’atlante dei Paesaggi Rurali italiani”
14 ore fa:La Filt Cgil Calabria promuove la formazione di giovani ferrovieri
13 ore fa:Strada Statale 106, primo confronto tra la Regione e l'associazione "Basta Vittime"
11 ore fa:Viaggi di istruzione, un altro autobus fermato alla partenza per carenza di requisiti
16 ore fa:Mimmo Bevacqua presenta il suo libro “La mia forza è la moderazione”
13 ore fa:Sapia replica a Rapani: «Occorre elevare il livello della politica parlando di progetti e obiettivi»
14 ore fa:A Cosenza il seminario "Didattica digitale: a che punto siamo? Prospettive per il futuro"
12 ore fa:Inaugurata una sede di "Villapiana Futura" nello Scalo cittadino
15 ore fa:La Calabria è uno scrigno di biodiversità. «Una carta vincente per a nostra Regione»
15 ore fa:Servizi Sociali Cariati, indetto avviso pubblico per short list di esperti

Violenza sui disabili, revocata la misura dei domiciliari per Fusaro, Antoniotti e Ritacco

1 minuti di lettura

CATANZARO - Il tribunale della libertà di Catanzaro ha accolto l'istanza di riesame delle misure restrittive per i tre operatori del centro diurno Gocce nel Deserto che il 19 luglio scorso finiti ai domiciliari con la grave accusa di maltrattamenti nei confronti di disabili, insieme ad altri due indagati a piede libero. 

Grazia Fusaro, Luciana Antoniotti e Francesco Ritacco (sul quale grava anche l'accusa di atteggiamenti sidaci nei confronti dei disabili) ritornano in libertà. Questo è quanto deciso dal giudice catanzarese che ha sostituto la misura cautelare domiciliare con quella del divieto di avvicinamento alle persone offese, ai loro familiari ed al centro diurno ove sono accaduti i fatti; nonchè ai luoghi frequentati dalle persone offese nonchè il divieto di comunicare con loro in qualunque forma.

A seguito degli interrogatori di garanzia, il Giudice per le indagini preliminari presso il tribunale di Castrovillari, confermando l'impianto accusatorio del pubblico ministero Veronica Rizzaro, aveva confermato per tutti e tre le misure cautelari.

A fronte di questa decisione, il collegio difensivo dei tre indagati composto dagli avvocati Francesco Calabrò (per Grazia Fusaro), Giovanni Bruno (per Luciana Antoniotti), Roberto Laghi e Giuseppe Vena (per Francesco Ritacco sul quale pesa anche l'accusa di sadismo nei confronti di uno degli ospiti disabili della struttura) aveva deciso di presentare richiesta di riesame al Tribunale della libertà di Catanzaro contestando il quadro indiziario.

L’udienza presso il palazzo di Giustizia catanzarese si è tenuta ieri mattina e sono comparsi davanti al giudice solo due dei tre imputati (Grazia Fusaro e Francesco Ritacco). Al termine della discussione gli avvocati sono tornati a chiedere per i tre l’annullamento delle misure cautelari o un affievolimento delle stesse. La determinazione del giudice si è espressa in tal senso.

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.