15 ore fa:Ex Lsu Lpu, incontro tra sindacati e Regione per discutere dell'approvazione del decreto Milleproroghe
13 ore fa:Caso bollette a Cariati, quelle antecedenti al primo gennaio 2020 si prescrivono in 5 anni
1 ora fa:Pd, approvate dall’Assemblea le modifiche allo Statuto regionale. Irto: «Adesso servono scelte coraggiose»
14 ore fa:Due nuove unità per le Usca del Distretto Jonio Nord
14 ore fa:Brillare all’Unical si può: Premiati gli studenti con la carriera più meritevole
1 ora fa:Presentati presso la Cittadella regionale i 24 nuovi autobus di Ferrovie della Calabria
15 ore fa:Domani a Civita sarà lutto cittadino per i funerali di Francescomattia Pantuso
12 minuti fa:Trasporto interregionale, a rischio il comparto. «Servono ammortizzatori sociali e blocco dei licenziamenti»
42 minuti fa:Lavoratori sempre più più poveri. «Introdurre il costo minimo del salario a 9,66 euro l'ora»
14 ore fa:È morto il responsabile dell'hub vaccinale Brillia: il dottore Romeo si è spento improvvisamente

Pesce venduto senza tracciabilità e in cattivo stato di conservazione: una denuncia

1 minuti di lettura

COSENZA - Nei giorni scorsi, i militari della Stazione Carabinieri Forestale di Montalto Uffugo, congiuntamente alla locale Stazione Territoriale di Lattarico, hanno effettuato un controllo a un furgone isotermico mentre era intento in “Piazza del Popolo” di Lattarico alla vendita di prodotti ittici.

Nel furgone è stato rinvenuto un discreto quantitativo di pescato misto che, a seguito di successivi accertamenti è risultato privo di qualsiasi documento che ne attestasse la provenienza, il che implica verosimilmente la derivazione da attività di pesca non consentita.

Inoltre l’autocarro, i cui passeggeri sono già noti alle forze dell’ordine per analoghi reati, è risultato privo di ATP per il trasporto di merci deteriorabili, di autorizzazione sanitaria e manchevole del rispetto delle prescritte temperature di trasporto, atte a garantire la salubrità e l’integrità del prodotto ittico.

Informata dei fatti la Procura della Repubblica di Cosenza, ne ha disposto la denuncia a piede libero di entrambi i soggetti abusivi, i quali, all’atto del controllo, non erano in grado di produrre la documentazione commerciale contenente le corrette informazioni in materia di tracciabilità, obbligatorie in ogni fase dalla cattura alla vendita al dettaglio.

Sono state pertanto elevate sanzioni amministrative per un impietro di oltre 4500 euro, mentre il prodotto ittico rimasto ancora invenduto per un totale di KG 5,5 è stato lasciato nella disponibilità del conducente al fine di essere sottoposto a controllo sanitario da parte dei Medici Veterinari dell’ASP di Cosenza.

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.