6 ore fa:Presto gemellati i comuni di San Cosmo Albanese e quello albanese di Mirdita
7 ore fa:Lo spoke ancora in sofferenza, Castrovillari fa quadrato attorno al suo ospedale
5 ore fa:Elezione diretta del premier e abolizione dei senatori a vita: approvato Ddl costituzionale al Senato
9 ore fa:Apprendimento, promozione territoriale e divertimento: numeri raddoppiati per il “Calabria Summer Camp 2024”
6 ore fa:Saccomanno ringrazia la Calabria «per il risultato straordinario della Lega alle ultime elezioni»
5 ore fa:Laboratorio creativo a Corigliano-Rossano per il progetto Green future Erasmus+
7 ore fa:Brucia l'alto Jonio: incendi a Iti, Piana Caruso e Sibari
8 ore fa:Annunziata, entra in funzione il nuovo reparto di Ginecologia
9 ore fa:Gallo alla mobilitazione Coldiretti Calabria "basta cinghiali": «La Regione farà la sua parte»
8 ore fa:Autonomia differenziata, Graziano e De Nisi (Azione) chiedono ai deputati di votare "No"

Crocetta e Grecia: inadeguatezza e vampirismo

1 minuti di lettura
COMUNICATO STAMPA

I fatti. L'Espresso pubblica una presunta intercettazione nella quale il medico personale di Crocetta, Tutino, parlando della figlia di Borsellino (ex Assessore alla Sanità in Sicilia), direbbe che "andrebbe fatta fuori come il padre". Notizia, tra l'altro, già pubblicata pari pari dal quotidiano La Sicilia il 1° luglio a pagina 4 (senza suscitare reazioni). Dopo pochi minuti si sono scatenate le dichiarazioni sdegnate di tutti i maggiori rappresentanti politici, su su fino allo stesso Presidente della Repubblica. Crocetta reagisce negando di avere sentito quelle parole e, piagnucolando, confessa di essere sul punto di suicidarsi. Nel pomeriggio il Procuratore di Palermo, Francesco Lo Voi, mette fine alla bufera dichiarando che tale intercettazione non esiste agli atti (segretati o meno). Il Direttore dell'Espresso, Luigi Vicinanza, conferma fumosamente trattarsi di intercettazione di altri filoni d'indagine del 2013, "solo ascoltata" dal cronista ma non in possesso del giornale. Tutti gli attori, escluso il Procuratore Lo Voi, sono risultati inadeguati al loro ruolo politico o informativo.

1. L'Espresso (Direttore e Cronista) perché pubblica un'intercettazione senza avere in mano la cassetta registrata e senza poter dichiarare la fonte della stessa.

2. I politici che, senza aspettare una conferma o una smentita dalla Procura, si lanciano in invettive contro Crocetta.

3. Crocetta, a capo di una regione dove si comunica a suon di esplosivi al tritolo e fucili a canne mozze, rivela la sua fragilità nel non saper tenere testa alla situazione, mettendosi a piagnucolare e minacciare il suicidio.

Sulla questione della Grecia: ha prevalso il vampirismo bancario. Dopo mesi di balletti demenziali, dichiarazioni contraddittorie, riunioni e banchetti di politici ed economisti, è emerso chiaramente che la Grecia, considerata una gallinella dalle uova d'oro (le banche prendevano soldi, non loro, con un interesse dell'uno per cento, e lo davano alla Grecia al quindici per cento), non era utile ammazzarla facendola tornare alla Dracma; molto meglio rinunciare a qualche quisquilia e continuare a spennarla ben bene anche negli anni a venire. E non è la sola.

Maurizio Silenzi Viselli

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.