2 ore fa:Paolo Colonna si conferma il leader del trofeo dei parchi
2 minuti fa:Covid, a Corigliano-Rossano oggi 29 nuovi casi (45 in una settimana)
1 ora fa:Corigliano-Rossano: presentato il progetto Chiese aperte 2021
7 ore fa:Osservatorio sulla Fusione di Corigliano-Rossano: confermato l'ufficio di presidenza
3 ore fa:Covid, in Calabria 54 nuovi positivi di cui 39 nella provincia di Cosenza - TUTTI I NUMERI DEL CONTAGIO
2 ore fa:La green road dei Parchi della Calabria premiata con l’Oscar del cicloturismo
1 ora fa: Terra e Popolo: «Denunciate e non lasciare in solitudine chi subisce atti dolosi»
4 ore fa:Un amico d’infanzia, un Barone assassino. Nota su Emilio De Marchi
8 ore fa:Commissione Statuto, in esame la prima bozza del testo
7 ore fa:IL ROTOCALCO DELL'ECO - Una settimana di notizie in pillole

Castrovillari, la chiesa della Madonna dell'Idria presa di mira dai vandali

1 minuti di lettura
Un atto vandalico gravissimo che ha lasciata attonita l'intera comunità di Castrovillari. Ignoti, ma con tanto di firma, hanno preso di mira la chiesetta della Madonna dell'Idria, una cappella fuori dalle mura della città, nel cuore delle Vigne. Armati di bomboletta spray e vernice, i vandali hanno imbrattato l'altare della chiesa, il quadro sovrastante la pala dell'altare, i muri interni della struttura e alcune statue, per poi finire mettendo tutto a soqquadro. Le immagini hanno fatto il giro dei social e la gente, indignata, chiede che i responsabili di tale gesto vengano individuati e puniti. Del resto, su quei graffiti c'è una firma che potrebbe aiutare a ricondurre all'autore (o agli autori) del gesto sacrilego. «È una atto grave e blasfemo che, purtroppo, denota una mancanza di principi e valori». Questo il commento del presidente del Consiglio comunale di Castrovillari, Giuseppe Santagada, anch'egli inorriditto dalle immagini che stanno facendo il giro della città del Pollino.
Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.