13 ore fa:Le ali a Crotone, aspettando un sussulto dei nostri territori
16 ore fa:Domani al Castello Flotta l'evento “La musica una compagna per tutta la vita”
17 ore fa:Nell’oasi di pace e relax Barbieri torna il format ‘Na birra nell'orto
16 ore fa:La Regione Calabria applica per la prima volta la legge che regolamenta le Lobby
18 ore fa:Cariati, al vaglio le candidature per la Commissione per le Pari Opportunità e Politiche di genere
18 ore fa:I Marcatori Identitari Distintivi come esperienza turistica competitiva
12 ore fa:Verso le aziende agricole digitali anche nella Sila Greca
12 ore fa:La Vignetta dell'Eco
17 ore fa:Sanità precaria, il grido di allarme di Corigliano-Rossano Pulita
15 ore fa:Prossimamente in libreria il nuovo libro di Carlino: “Rossano e il suo Codex nella Letteratura”

Castrovillari conferisce la cittadinanza onoraria a don Luigi Ciotti e Monsignor Francesco Savino

1 minuti di lettura

CASTROVILLARI – L’amministrazione comunale del Comune di Castrovillari ha deciso di conferire la cittadinanza onoraria a don Luigi Ciotti e a Monsignor Francesco Savino, col fine di «riconoscere il grande impegno di queste due persone verso i temi importanti della società, dalla tutela degli ultimi alla presa di posizione netta contro la criminalità organizzata, dall’aiuto ai più fragili all’accoglienza ai migranti».

La cerimonia si è svolta alla presenza del procuratore capo di Castrovillari Alessandro D’Alessio il quale ha ricordato quanto sia necessario riconoscere a personalità così autorevoli il ruolo di difensori della giustizia e della legalità in una terra come la Calabria, che aiuta a rendere più consapevoli.

«Certe situazioni – ha aggiunto il procuratore – non si risolvono se la gente non diviene consapevole, critica, arbitra del proprio destino: ben vengano giornate come queste che rendono le comunità maggiormente consapevoli».

Rita Rizzuti
Autore: Rita Rizzuti

Nata nel 1994, laureata in Scienze Filosofiche, ho studiato Editoria e Marketing Digitale. Amo leggere e tutto ciò che riguarda la parola e il linguaggio. Le profonde questioni umane mi affascinano e mi tormentano. Difendo sempre le mie idee.