14 ore fa:Consegnate le pettorine catarifrangenti ai migranti che percorrono la Statale 106 nelle ore notturne
13 ore fa:Incontro alla Regione per discutere del progetto di fattibilità della Bretella di Sibari e delle possibili alternative
15 ore fa:La programmazione estiva di Cariati punterà su identità e tradizioni culturali
15 ore fa:VOLLEY - La Corigliano-Rossano Volley incontra Casamica Siderno
8 ore fa:Tutto pronto per il 4° Slalom Città di Amendolara
10 ore fa:La Vignetta dell'Eco
9 ore fa:Prima dell'arrivo dei Bizantini la "vera" Rossano era sulle spiagge: il porto di Thurii
9 ore fa:Riorganizzazione rete ospedaliera: «I conti non tornano. Allo Jonio mancano 249 posti letto»
10 ore fa:Cittadini vittime della sindrome del Gattopardo
14 ore fa:A Co-Ro sarà presentato il libro "Stati Uniti d'Europa – Un'epopea a dodici stelle" di Gianluca Passarelli

"Profumo di zagara" di Trebisacce fa chiarezza sui lavori d'illuminazione della croce di monte Mostarico

1 minuti di lettura

TREBISACCE -  In questi giorni alcuni cittadini di Tresbisacce hanno esternato il proprio interesse nei confronti del ripristino dell'illuminazione della croce sul monte Mostarico. Al contempo pervengono al Comitato "Profumo di zagara", promotore e realizzatore dell'opera in oggetto, richieste di valutazione di tale iniziativa.

Per questo motivo, Mario Gerundino, in qualità di presidente del Comitato "Profumo di zagara", ha comunicato che nello Statuto è posta la finalità di "progettare e realizzare una croce in ferro luminosa sul montre Mostarico" e che, al completamento dei lavori, la croce sarà offerta al Comune di Trebisacce

«Il comitato - riporta la nota - desidera innanzitutto ringraziare quanti sono stati vicini nella realizzazione dell'opera e quanti vorranno sostenere l'ultimazione dei lavori. In più, lo stesso garantirà che non verrà mai meno all'impegno assunto sotto la guida illuminata e coraggiosa dell'indimenticato don Pietro De Tommaso, ideatore e motore primo delle varie fasi dell'opera, in perfetta sintonia con collaboratori-sostenitori tutti, ma considera non opportuno che le medesime nascano alla vigilia delle elezioni amministative di Trebisacce».

Rita Rizzuti
Autore: Rita Rizzuti

Nata nel 1994, laureata in Scienze Filosofiche, ho studiato Editoria e Marketing Digitale. Amo leggere e tutto ciò che riguarda la parola e il linguaggio. Le profonde questioni umane mi affascinano e mi tormentano. Difendo sempre le mie idee.