20 ore fa:A Co-Ro col solstizio d'estate parte un nuovo concept di degustazione identitaria: MinikƏ
17 ore fa:Detenuto turco prima mette a soqquadro il braccio di detenzione e poi aggredisce gli agenti della penitenziaria
18 ore fa:Grande successo al MuMam per l'incontro con lo scrittore Carmine Abate
38 minuti fa:Arriva in Calabria la campagna Filcams "Mettiamo il TurismoSottosopra"
16 ore fa:La cittadina di Cariati si tinge di rosso Ferrari. Soddisfazione immensa
1 ora fa:Il Medioevo nella Calabria jonica: una fase storica spesso sconosciuta
16 ore fa:Lungro, il Collettivo Stipaturi contro il vile atto vandalico: «Il nostro tessuto sociale è da tempo lacerato»
19 ore fa:Consorzio di Bonifica, al via controlli straordinari contro abusi e sprechi d'acqua
19 ore fa:Le eccellenze mediche puntano sull'Unical: superate le 100 candidature per la call internazionale
18 minuti fa:Corigliano-Rossano, 3 arresti per detenzione di cocaina e resistenza al pubblico ufficiale

Sicurezza sul lavoro e tutela della salute: Ecoross modello vincente

2 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO - Ecoross è stata riconosciuta come un modello di eccellenza nella tutela della salute e sicurezza sul lavoro dal Movimento Lavoratori di Azione Cattolica dell’Arcidiocesi Rossano-Cariati.

«Durante una suggestiva Veglia di Preghiera dedicata a San Giuseppe Lavoratore - riporta la nota -, l'azienda è stata elogiata per il suo impegno costante nel garantire un ambiente lavorativo sicuro e nel promuovere la cura e il benessere dei propri collaboratori. L'evento, sul tema "Lavoro e orizzonti di speranza: nuove generazioni e cura della sicurezza", si è tenuto presso la sala congressi di Ecoross, alla presenza dell'arcivescovo di Rossano Cariati, Monsignor Maurizio Aloise, insieme ai rappresentanti del Movimento Lavoratori di Azione Cattolica. Durante la Veglia sono state espresse dichiarazioni significative che hanno sottolineato le strategie messe in campo dall’azienda per la protezione dei lavoratori.

Monsignor Maurizio Aloise ha sottolineato l'importanza di celebrare la tradizionale giornata di San Giuseppe Lavoratore in un contesto inusuale come l'azienda Ecoross, che ha premiato alcuni dei suoi collaboratori per la loro diligenza nell'utilizzo dei dispositivi di sicurezza. Ha espresso gratitudine per l'iniziativa e ha evidenziato il messaggio che la Chiesa intende rivolgere a tutti i datori di lavoro, specificando l'importanza di valorizzare la dignità del lavoro e la centralità della persona umana, non solo come responsabilità aziendale, ma anche come parte integrante della missione e della visione imprenditoriale.

Walter Pulignano, amministratore unico di Ecoross, ha manifestato grande orgoglio per essere stato individuato quale esempio virtuoso dal Movimento Lavoratori di Azione Cattolica. Ha evidenziato come il costante investimento di Ecoross nella sicurezza sul lavoro sia stato ripagato non solo dal riconoscimento esterno, ma anche dalla soddisfazione dei propri collaboratori che sono stati premiati. Si è soffermato infine sull’importanza di investire nel settore della sicurezza poiché ciò consente  non solo di evitare incidenti, ma contribuisce anche all'aumento della produttività e al benessere complessivo dell'azienda.

Bernardina Cicala, segretaria del Movimento Lavoratori di Azione Cattolica della Diocesi Rossano-Rossano, ha evidenziato l'importanza di sensibilizzare sulla sicurezza sul lavoro, specialmente in un contesto territoriale, quello della Sibaritide, in cui sono stati registrati casi di incidenti mortali. Ha sottolineato il ruolo fondamentale del lavoratore come elemento centrale nella responsabilità condivisa tra azienda e dipendente, elogiando l'approccio positivo del MLAC nell'individuare e valorizzare le buone pratiche del territorio, quali l'azienda Ecoross, che si impegna concretamente nella tutela della sicurezza dei lavoratori.

Antonio Reda, Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione di Ecoross, ha rimarcato la specificità dell'azienda nei suoi costanti sforzi per garantire un ambiente lavorativo sano e sicuro, evidenziando le importanti misure adottate per il benessere dei propri collaboratori, con l'obiettivo di minimizzare gli incidenti sul lavoro, ridurre l'assenteismo e ottenere vantaggi sia a livello umano sia a livello economico per l'azienda stessa. Tematiche, queste, ribadite anche dal dipendente Ecoross Gennaro Laudonio che, attraverso la propria testimonianza, ha espresso gratitudine e orgoglio sia per essere stato premiato per l’uso corretto e puntuale dei DPI sia per l’appartenenza ad un'azienda che ha a cura la salute dei propri collaboratori.

Tra i momenti emozionanti l’omaggio di Ecoross all’alto prelato di una barca che simboleggia la vita del Cristiano, realizzata dall’artista Massimo Marchiori con materiali di scarto e rifiuti recuperati sulla spiaggia. Un’ulteriore testimonianza dell’amore di Ecoross per l’ambiente e per l’arte che da sempre caratterizza la sua mission».

Rita Rizzuti
Autore: Rita Rizzuti

Nata nel 1994, laureata in Scienze Filosofiche, ho studiato Editoria e Marketing Digitale. Amo leggere e tutto ciò che riguarda la parola e il linguaggio. Le profonde questioni umane mi affascinano e mi tormentano. Difendo sempre le mie idee.