4 ore fa:Si anima la discussione attorno alla banchina crocieristica. Realizzarla? Certo! E su questo non devono esserci dubbi
5 ore fa:Destinazione Sibari: il perno dello sviluppo per la Calabria del nord-est
7 ore fa:Gli invisibili. La casa popolare è inagibile, va al Comune ma le porte per lei sono sbarrate
5 ore fa:Il tentativo coraggioso di rianimare una sinistra morente a Corigliano-Rossano e sul territorio
6 ore fa:L’istituto “Amarelli” ricorda le concittadine Maria Rosaria Sessa e Fabiana Luzzi in una profonda commozione
3 ore fa:L'Istituto musicale “Donizetti” ha inaugurato il nuovo anno accademico: si riparte con 96 iscritti
4 ore fa:Il Museo della Sibaritide ospita la premiazione dei vincitori di Wiki Loves Monuments Calabria '22
3 ore fa:Aumento della videosorveglianza a Corigliano-Rossano: venti nuove postazioni
6 ore fa:«Il Governo sia chiaro sugli stanziamenti per la Statale 106. La Calabria merita serietà e rispetto»
5 ore fa:Una clementina per dire no alla violenza sulle donne: l’iniziativa promossa da Confagricoltura Donna

Crisi energetica, spicca il caso Main Solution: 15 impianti fotovoltaici al giorno

1 minuti di lettura

CALABRIA - «La guerra in Ucraina non ha fatto altro che rimarcare la necessità di una transizione energetica e possibilmente a km 0. Oggi che il prezzo dell’energia si avvicina pericolosamente ad 1 euro/kWh capiamo come sia necessario produrre ed auto-consumare l’energia elettrica. Anche se ci fosse un ritorno alla normalità, cosa che ci auguriamo al più presto, non crediamo che il costo del kWh ritorni ai livelli precedenti al 24 febbraio scorso, prima dello scoppio di questa guerra in Europa. In Italia si parla sempre di federalismo fiscale: sarebbe utile discutere anche di federalismo energetico. Le regioni del Sud, grazie alla presenza di fonti di energia rinnovabili e non, hanno tutte le carte in regola per essere indipendenti. Nel mercato del fotovoltaico stiamo continuando ad operare da leader, progettando 10 MWp di impianti industriali tra Lombardia e Piemonte, oltre a realizzare circa 15 impianti fotovoltaici residenziali al giorno».

È quanto dichiara l’ingegnere Salvatore Scerbo - amministratore unico della Main Solution, tra le aziende destinatarie nei giorni scorsi, a Taranto, del Premio Industria Felix - L’Italia che compete, riservato alle eccellenze imprenditoriali con bilanci virtuosi. Di notevole interesse nel mondo dell’industria italiana, il Premio nasce dalla collaborazione tra Cerved e diversi atenei, tra cui la Luiss di Roma.

L’azienda è stata scelta dal Comitato Scientifico partendo da un algoritmo vincolante che ha selezionato complessivamente circa 700 mila società di capitali con sede legale in Italia e ha individuato solo imprese che nelle rispettive categorie hanno registrato tra i migliori Margini Operativi Lordi (MOL), utile, Roe (Return On Equity) positivo, rapporto oneri finanziari/mol inferiore al 50%, un delta addetti pari o crescente rispetto all’anno precedente e un Cerved Group Score Impact di solvibilità o sicurezza finanziaria, che è una valutazione sintetica del merito creditizio delle imprese italiane realizzata da Cerved, ottenuto attraverso una suite di modelli statistici che consentono di stimare per ogni impresa una probabilità di insolvenza.

In Calabria sono stati analizzati i bilanci relativi all’anno fiscale 2020, circa 11.400 società e tra queste Main Solution S.r.L. è risultata essere la Migliore piccola impresa per performance gestionale e affidabilità finanziaria Cerved con sede legale nella regione Calabria. «Questo risultato - aggiunge l’amministratore - ci rende orgogliosi e ci motiva a continuare su questa strada. La nostra vocazione in ambito di energie rinnovabili - prosegue - parte da molto lontano, quando gli impianti fotovoltaici non erano ancora alla portata di tutti, ma rappresentavano un mercato di nicchia. Oggi grazie allo sviluppo di nuove tecnologie e alla riduzione dei prezzi, l’autoproduzione energetica - conclude Scerbo - risulta accessibile ad una platea molto più ampia».

Veronica Gradilone
Autore: Veronica Gradilone

25 anni. Laureata in scienze della comunicazione. Laureanda magistrale in comunicazione e tecnologie dell’informazione. Mi piace raccontare le storie, non mi piace raccontare la mia