4 ore fa:Ossessionava la compagna, stalker condannato dal tribunale di Castrovillari
3 ore fa:Santa Messa inizio Ministero Pastorale Mons. Maurizio Aloise
16 ore fa:Inizio del Ministero Pastorale di Monsignor Maurizio Aloise, ecco l'omelia
3 ore fa:Miss Hitler, difesa dall’avvocato Francesco Nicoletti, non risponde al gip
2 ore fa:Eccezionale grandinata nella Sibaritide, Coldiretti chiede immediata ricognizione dei danni
2 ore fa:Il talentuoso pallavolista Laurenzano passa alla Prisma Taranto in SuperLega
4 ore fa:Regionali, Angelo Broccolo sarà candidato nella lista di Mimmo Lucano
1 ora fa:IL ROTOCALCO DELL'ECO - Una settimana di notizie in pillole
4 ore fa:La Città dei giovani e delle donne riletta attraverso Boccaccio
4 ore fa:Anche i docenti di diritto umano vogliono il giudice Gratteri alla guida della Procura nazionale Antimafia

Due profughi sbarcati domenica a Cariati trasferiti a Rogliano: hanno il Covid

1 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO - Due degli oltre 50 giovani profughi mediorientali sbarcati domenica mattina a Cariati sono risultati positivi al Covid-19. Sono stati, pertanto, trasferiti all'ospedale spoke del "Giannettasio" di Corigliano-Rossano per ulteriori controlli. I due giovani, un iraniano di 24 anni ed un iracheno di 26, sono stati sottoposti a tac toracica che, però, è risultata negativa.

Sono paucisintomatici. Al momento avvertono solo anosmia (carenza di olfatto) e non necessitano di particolari cure intensive. Nonostante tutto, il primario del Pronto soccorso di Rossano, Natale Straface, d'accordo con il primario di Pneumologia Covid di Rossano, Giovanni Malomo, ha predisposto il ricovero nel Covid Hospital di Rogliano. 

Questo consentirà ai sanitari di tenere sotto controllo i due ragazzi durante tutto il decorso della malattia nel centro specializzato roglianese, afferente all'azienda ospedaliera di Cosenza.

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.