11 ore fa:Graziano (Udc): «Soddisfatti della scelta di affidare a De Poli il coordinamento regionale del Partito»
13 ore fa:In arrivo 14 milioni per l’edilizia residenziale pubblica
11 ore fa:Altomonte, presentato il progetto "Calabria straordinaria"
12 ore fa:Il messaggio di benvenuto di Antoniotti al neo Arcivescovo Monsignor Aloise
12 ore fa:Co-Ro oggi ci sono 15 nuovi casi (25 in 3 giorni). Le preoccupazioni dei medici: riaperture frettolose
14 ore fa:Protesta dei tirocinanti calabresi: la solidarietà del sindaco di Trebisacce
13 ore fa:A Corigliano-Rossano al via il servizio di pulizia spiaggia
13 ore fa:Statale 106, Baffa (Lega): «Preoccupante il ritardo dell’Amministrazione a guida Stasi»
12 ore fa:Co-Ro, sul lungomare Sant'Angelo riprendono vita i chioschi commerciali
11 ore fa:Centro storico Rossano: «Due anni di emergenza igienico-sanitaria e rischio crolli»

Altro allarme, a Corigliano-Rossano è in sofferenza anche la Pediatria

1 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO - Sono in sofferenza i reparti di Pediatria degli Spoke di Corigliano e Cetraro. «La grave carenza di Medici Pediatri, rischia di travolgere le due strutture, che fino ad oggi hanno retto solo grazie alla grande abnegazione dei pochi Medici disponibili – 3 su Corigliano, 4 su Cetraro – che garantiscono il funzionamento dei reparti H24, ma anche grazie alla convenzione con una società cooperativa di Medici Pediatri, operativa solo per Corigliano e al Pronto Soccorso di Castrovillari, che fino a fine maggio garantirà i turni concordati, ma che dall’1 giugno ha annunciato la propria indisponibilità a continuare, non essendo stati regolarizzati gli incarichi né effettuati i pagamenti arretrati».

È questa la denuncia di Vincenzo Casciaro e Giuseppe Guido, rispettivamente segretario della Funzione Pubblica e Segreario generale della Cgil Tirreno-Sibaritide-Pollino.

«Nei giorni scorsi, la Funzione Pubblica Cgil Pollino Sibaritide Tirreno ha richiesto all’Azienda Sanitaria Provinciale, per il buon funzionamento del reparto di Pediatria di Cetraro, di procedere a contrattualizzare gli specializzandi Pediatri, come previsto dal cosiddetto “decreto Calabria”, e, nelle more, di estendere anche a Cetraro la convenzione con la cooperativa che fino ad oggi ha garantito turni di servizio alla Pediatria e Ostetricia di Corigliano ed al Pronto Soccorso di Castrovillari».

«E invece - denunciano - arriva la doccia fredda: non solo non abbiamo notizie in merito all’ingaggio degli specializzandi, ma addirittura la cooperativa annuncia che dall’1 giugno non erogherà più i suoi servizi, per nessuno degli Spoke individuati».

«Questo comporterà che, a breve, Corigliano sarà costretta a chiudere Ostetricia, e quindi sull’intero Jonio cosentino non sarà più possibile partorire; a Castrovillari non potranno essere forniti servizi di consulenza pediatrica al Pronto Soccorso; a Cetraro il Reparto di Pediatria dovrà decidere per la chiusura, non potendo pretendere ancora più a lungo che i pochi Medici presenti garantiscano i turni H24, in aperta violazione delle norme regolanti i turni di lavoro e i necessari riposi».

È pertanto necessario, dunque, che l’Azienda Sanitaria Provinciale assuma una forte decisione, affinché siano garantiti i diritti dei Medici-Lavoratori e, insieme, i diritti dei Cittadini.

«Se a ciò aggiungiamo la possibile, e auspicabile, riapertura di un punto nascita sul Tirreno, diventa ancora più urgente reperire e individuare le figure mediche necessarie».

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.