5 ore fa:Archeologi per un giorno: i bambini del Polo dell’infanzia Magnolia sulla tracce di Sybaris
3 ore fa:Cosa si dice nella Calabria del nord-est: una settimana di notizie
18 ore fa:Imprese e lavoro, il cassanese Leonardo Sposato nominato presidente di AEPI Calabria
1 ora fa:Nuova toponomastica a Sibari nel solco della memoria e della commozione
23 minuti fa:Filcams Cgil alla 3 Emme: «Basta menzogne e  soprusi»
2 ore fa:Viaggio tra i Feudi della Sila Greca - Le successioni in casa Sambiase del Principato di Campana
18 ore fa:Conclusa la prima edizione del progetto “Marathon Experience” a Corigliano-Rossano
5 ore fa:Appiccarono il fuoco a due autovetture: in manette due cassanesi
4 ore fa:Detenuto accusato di falsa testimonianza è stato assolto perché il fatto non sussiste
19 ore fa:Il comune di Cariati aderisce alla proposta di marketing territoriale di Visit Italy

Edoardo Bennato aprirà la prima edizione di "Rendano Arena Opera Festival"

1 minuti di lettura

COSENZA - Sarà Edoardo Bennato, accompagnato dall'Orchestra Sinfonica Brutia, ad aprire la prima edizione di "Rendano Arena Opera Festival", che si svolgerà a Cosenza dal 12 al 18 luglio.

Il musicista e cantautore napoletano venerdì 12 luglio, alle 21, salirà sul palco di Piazza XV Marzo per un evento speciale dal titolo "Notti Magiche in Rendano Arena". Sarà un'esperienza emozionale, con i brani e le melodie delle canzoni più celebri di Edoardo Bennato che incontreranno la musica classica di Gioacchino Rossini. Una ballata acustica resa spettacolare grazie all'Orchestra Sinfonica Brutia, diretta da Raffaele Lopez.

Lo spettacolo, organizzato da "L'Altro Teatro srls" sotto la guida di Gianluigi Fabiano e Giuseppe Citrigno, rientra nella storica "Rassegna L'Altro Teatro - #RestarLiveFest", realizzata in collaborazione con l'amministrazione comunale di Cosenza e candidata a finanziamento della Regione Calabria a valere sull'avviso pubblico eventi di promozione Culturale 2024.

Torna, dunque, il cantastorie che da quarant'anni con le sue canzoni ci racconta il mondo odierno, fatto di buoni e cattivi, sbeffeggiando i potenti, inneggiando alla forza umana delle persone comuni, senza mai dimenticare il più classico tra i sentimenti ispiratori di ogni artista: l'Amore. Bennato ha portato per primo l'idea del Rock'n'roll nella canzone d'autore italiana, la sua creatività e carica innovativa l'hanno sempre spinto a rinnovarsi, a coniugare più generi musicali. A Cosenza ascolteremo i brani che hanno segnato la carriera di Bennato in una inedita veste sinfonica tutta da scoprire.

Oggi, con all'attivo 28 album, Edoardo Bennato è ancora in piena fase creativa. Nel 2020, in pieno lockdown, realizza con il fratello Eugenio il brano "La realtà non può essere questa". Nello stesso anno, a novembre, esce il suo ultimo album "Non c'è": otto i brani inediti e quattordici canzoni di repertorio, che hanno reso Edoardo Bennato uno dei più grandi artisti della nostra musica. Nel 2023, nella serata dedicata alle cover della 73° edizione del Festival di Sanremo, Edoardo Bennato si è esibito assieme a Leo Gassmann in un medley di sue canzoni che comprendeva il brano "A cosa serve la guerra", tratta dall'album L'uomo occidentale (2003), e gli intramontabili classici "L'isola che non c'è" e "Il Rock del Capitano Uncino", tratti dal disco "Sono solo canzonette", pubblicato nel 1980 e rimasto nella memoria collettiva degli italiani.

Luigia Marra
Autore: Luigia Marra

Mi sono diplomata al Liceo Classico San Nilo di Rossano, conseguo la laurea in Lettere e Beni Culturali e successivamente la magistrale in Filologia Moderna presso Università della Calabria. Amo ascoltare ed osservare attentamente la realtà di tutti i giorni. Molto caotica e confusionaria, ma ricca di storie, avvenimenti e notizie che meritano di essere raccontate.