17 ore fa:La Regione Calabria applica per la prima volta la legge che regolamenta le Lobby
18 ore fa:Nell’oasi di pace e relax Barbieri torna il format ‘Na birra nell'orto
13 ore fa:Verso le aziende agricole digitali anche nella Sila Greca
13 ore fa:La Vignetta dell'Eco
17 ore fa:Domani al Castello Flotta l'evento “La musica una compagna per tutta la vita”
16 ore fa:Prossimamente in libreria il nuovo libro di Carlino: “Rossano e il suo Codex nella Letteratura”
19 ore fa:I Marcatori Identitari Distintivi come esperienza turistica competitiva
19 ore fa:Cariati, al vaglio le candidature per la Commissione per le Pari Opportunità e Politiche di genere
18 ore fa:Sanità precaria, il grido di allarme di Corigliano-Rossano Pulita
14 ore fa:Le ali a Crotone, aspettando un sussulto dei nostri territori

Mandatoriccio chiede il ripristino degli operai idraulico-forestali

1 minuti di lettura

MANDATORICCIO – «La Calabria e la Sila Greca hanno bisogno di tornare a salvaguardare il patrimonio boschivo e ambientale attraverso appositi presidi territoriali. Il ripristino degli operai idraulico-forestali può e deve rappresentare una risposta all’emergenza incendi boschivi e alla tutela dell’ambiente. Reinserire queste figure, inoltre, significherebbe dare ai piccoli comuni, soprattutto quelli dell’entroterra, la possibilità di dare un futuro occupazionale ai giovani e contare su professionalità che contribuiscano al mantenimento del patrimonio verde urbano e al graduale risanamento del territorio dal dissesto idrogeologico».  

È quanto dichiara il Sindaco Aldo Grispino informando che il Consiglio Comunale ha adottato nelle scorse settimane la petizione popolare, promossa da responsabile del circolo cittadino di FdI Antonio Madeo, trasmessa alla Regione Calabria ed al Governo e nei giorni scorsi consegnata anche in Cittadella a Catanzaro nelle mani dell’assessore regionale all’agricoltura Gianluca Gallo che ne ha condiviso le finalità.

«C’è un dovere da parte dello Stato – precisa il Sindaco – che è quello di tutelare il paesaggio e il patrimonio naturalistico storico della nazione. Con la soppressione del presidio degli operai idraulico-forestali ci siamo trovati di fronte ad un problema gigantesco in quanto nessuno più, ad esempio, tutela le nostre riserve boschive dagli incendi estivi. Non si fanno più potature, non si perlustrano i boschi, non ci sono più le aree di taglio fuoco che un tempo consentivano di domare gli incendi senza che gli stessi si estendessero per centinaia di ettari distruggendo grandi tratti del patrimonio arboreo».

«Non solo, l’assenza degli operai idraulico-forestali – aggiunge Grispino – ha di fatto incentivato la mafia dei boschi. Occorre restituire ai territori – conclude – un presidio fondamentale per la tutela del territorio».

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.