2 ore fa:Carenza farmaco salvavita per la talassemia, Laghi: «Una situazione del tutto inaccettabile»
5 ore fa:Bomba d'acqua su Corigliano-Rossano: disagi nel centro urbano di Schiavonea
4 ore fa:Crosia, aggiornamento del PEF e adeguamento delle tariffe Tari: inizia da qui la sfida del sindaco Aiello
1 ora fa:Attesi a Villapiana oltre 500 ballerini da tutto il mondo per il Fini Dance Festival 2024
3 ore fa:Schiavonea allagata è l’esempio di quanto vale qui il turismo: zero
4 ore fa:A Villapiana l'imperdibile concerto "I grandi successi Italiani"
2 ore fa:Frascineto, continua la campagna di scavi dell'Università di Groningen
36 minuti fa:Castrovillari, domani si parte con la XIX edizione “Suoni Festival"
1 ora fa:Patrick Zaki al Festival delle Migrazioni 2024. Sarà a Vaccarizzo per l'unica tappa pubblica in Calabria
7 minuti fa:Promozione turistica e mobilità sostenibile in Sila

La Gabamarita ambasciatrice dell'offerta gastronomica di Spezzano Albanese

1 minuti di lettura

SPEZZANO ALBANESE - L'Amministrazione comunale di Spezzano Albanese promuove la Gabamarita e la pizza della tradizione arbëreshe diventa l'ambasciatrice della ricca offerta enogastronomica di Spixana.

«Grazie anche agli eventi promossi in collaborazione con l'Accademia delle Tradizioni Enogastronomiche di Calabria - riporta la nota - , come quello tenutosi nella Villetta del Ricordo insieme alla Scuola Italiana Pizza, prosegue l'opera di valorizzazione e conoscenza di uno dei prodotti più singolari della tradizione tipica locale prodotti nelle gjitonie di Spezzano Albanese, che presto si avvarrà del disciplinare di Denominazione Comunale di Origine. Il progetto di marketing territoriale, ideato e coordinato dal delegato comunale al turismo, spettacolo, comunicazione e marketing, Giuseppe Gazzarano, rientra nel percorso più ampio di promozione turistica avviato dal Comune di Spezzano Albanese e denominato "Tesoro Arbëresh - esperienza autentica". Quest'anno, l'evento che ha messo nuovamente sotto i riflettori la Gabamarita si è svolto con la nuova formula di un laboratorio esperienziale dal vivo, coordinato dal giornalista enogastronomico, Valerio Caparelli, che ha visto la partecipazione attiva del pizzaiolo Fabio Barbieri, istruttore della Scuola Italiana Pizza, e di due pizzaiole amatoriali di Spezzano Albanese, Maria Rosa Di Sanzo e Maria Teresa Iannibelli, testimonianza diretta della preparazione tradizionale della pizza arbëreshe».

«Sotto gli occhi attenti del sindaco Ferdinando Nociti, del delegato Giuseppe Gazzarano, il presidente dell'Accademia delle Tradizioni Enogastronomiche di Calabria, Giorgio Durante, le due esperte signore del luogo hanno preparato a vista la gustosa focaccia tipica, guarnita con salsa e pomodorini o con patate e peperoni, condita con olio extravergine locale e tutti gli odori del territorio, a cui sono stati abbinati degli ottimi vini per la degustazione offerta a tutti i presenti. L'evento, patrocinato dalla Regione Calabria attraverso l'azione Calabria Straordinaria, con l'organizzazione dell'Accademia delle Tradizioni Enogastronomiche di Calabria, ha visto il coinvolgimento della Scuola Italiana Pizza e dell'ITS Iridea di Cosenza, con cui l'amministrazione guidata da Nociti intende intraprendere un percorso di formazione e aggiornamento sul tema dell'enogastronomia, delle produzioni alimentari e sui processi di trasformazione e produzione delle eccellenze del territorio».

«In chiusura di serata, dirette dalla Maestra Maria Teresa Bomentre, si è esibito il coro del laboratorio musicale Verdi Note di Spezzano Albanese, che hanno interpretato la famosa canzone Lule Lule Mace Mace ed un emozionante brano composto dai rinomati fratelli Scaravaglione. Le dolci voci delle 7 bambine che hanno incantato il numeroso pubblico presente appartengono ad Alessia Salerno, Nathalie Stella, Maria Fatima Romeo, Miriam Salerno, Rosy Romeo, Maria Luci e Benedetta Vicchio».

Rita Rizzuti
Autore: Rita Rizzuti

Nata nel 1994, laureata in Scienze Filosofiche, ho studiato Editoria e Marketing Digitale. Amo leggere e tutto ciò che riguarda la parola e il linguaggio. Le profonde questioni umane mi affascinano e mi tormentano. Difendo sempre le mie idee.