2 ore fa:Fu la Panaghia la prima chiesa di Rossano? C'è un indizio storico
8 minuti fa:La Straface inaugura nuova punto politico a Rossano e parla di turismo: «Ci ispireremo a Tropea»
6 ore fa:La Lega Navale incontra l'Esecutivo: in vista nuovi progetti per Corigliano-Rossano
1 ora fa:Conte arriva a Corigliano-Rossano e con Stasi è amore a prima vista: «È una garanzia»
2 ore fa:Il purgatorio è finito: la Rossanese è l’Eccellenza
8 ore fa:VOLLEY FEMMINILE - Sconfitta interna "indolore" per la Caffe San Vincenzo: quarto posto blindato
9 ore fa:Viaggio tra i Feudi della Sila Greca - Calopezzati, dai Caputo alla scomparsa di Covella Ruffo
10 ore fa:Cosa si dice nella Calabria del nord-est: una settimana di notizie
7 ore fa:Era stato stato accusato di violenza, assolto un agente di polizia
5 ore fa:Imposte e Documento unico di Programmazione, torna a riunirsi il Consiglio comunale

A Co-Ro un evento per discutere sul futuro delle infrastrutture joniche

1 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO – L’Associazione il Serratore presenta un evento, in programma il prossimo 25 febbraio alle ore 17:00 presso il Castello di Corigliano-Rossano, in collaborazione con le Associazioni Basta vittime sulla 106, Ferrovie in Calabria e il comitato Magna Grecia Jonia, dal titolo “Il futuro delle infrastrutture joniche. Proposte e idee”.

«Ancora una volta, ed a piena ragione, si deve tornare a parlare di Infrastrutture joniche - sostiene Giorgio Tricarico, presidente de il Serratore - e lo facciamo sapendo che non è più momento di rinviare la soluzione a carenze che ormai non sono più tollerabili. Costretti a sentire ogni volta parlare di squilibri tra costi e benefici, mentre continuano ad aumentare le vittime sulla statale jonica, i disagi nei trasporti e l'incertezza sull'utilizzo del porto, riteniamo sia giunto il momento di avere risposte concrete».

«È il momento, cioè, di farsi carico una volta per tutte – prosegue - della necessità di concentrare attenzioni e risorse su questa parte importante della Calabria e se, necessario, dar vita a soggetti attuativi capaci di mettere insieme tutti gli Enti chiamati a dare le attese risposte. Proporremo che quella in programma sia l'occasione per prendere impegni da sottoporre a verifica, a distanza di un anno».

All'incotro-dibattito relazioneranno i rappresentanti delle associazioni organizzatrici e saranno invitati tutti i Sindaci del tratto jonico.  Le conclusioni saranno affidate ai rappresentanti politici eletti, il senatore Rapani e l’onorevole Furgiuele.

«Ci auguriamo - conclude - una buona partecipazione a dimostrazione del fatto che il tema è molto sentito da parte di tutti».

Rita Rizzuti
Autore: Rita Rizzuti

Nata nel 1994, laureata in Scienze Filosofiche, ho studiato Editoria e Marketing Digitale. Amo leggere e tutto ciò che riguarda la parola e il linguaggio. Le profonde questioni umane mi affascinano e mi tormentano. Difendo sempre le mie idee.