16 ore fa:“Calabria Terra dei Padri”: attivo da oggi il sito che punta al turismo di ritorno
16 ore fa:Caro biglietti, la proposta: «Non date altri soldi a Trenitalia, dateli ai pendolari»
43 minuti fa:Caso Trenitalia, «Occhiuto apra un confronto sui trasporti con il centrosinistra»
1 ora fa:Contro il caro bollette il comune di Cassano Jonio corre ai ripari: taglio drastico all'illuminazione pubblica
14 ore fa:Amazon per la Calabria: in vista un progetto di collaborazione che la renderà internazionale
17 ore fa:Mazza ringrazia quanti lo hanno votato e annuncia la nascita del Progetto Jonia
13 minuti fa:Viabilità a Paludi, finanziati 120 mila euro per il ripristino di strade rurali
14 ore fa:Corigliano-Rossano conclude il suo mandato di capitale mondiale della Fisica Nucleare e Subnucleare
15 ore fa:Record di pale eoliche in Calabria. Allora perché non siamo energeticamente autonomi?
15 ore fa:A due passi dal cielo

Precari: «Subito un tavolo regionale di confronto. Riqualificare la pubblica amministrazione»

1 minuti di lettura

LAMEZIA TERME - Si è riunito oggi a Lamezia Terme il Comitato Esecutivo della Cisl calabrese. I lavori sono stati aperti dalla relazione del Segretario generale regionale Tonino Russo, che ha messo a fuoco i temi della ripartenza e dell’utilizzo delle risorse del Recovery plan per il lavoro e lo sviluppo.

«È il momento – ha detto tra l’altro Russo, toccando un punto chiave delle problematiche dell’occupazione in Calabria – di restituire a tutti i lavoratori precari della nostra regione la dignità di un lavoro sicuro, stabile e dignitoso atteso da anni. È urgente istituire un tavolo regionale di confronto, come chiediamo da tempo. Le risorse ci sono, possono essere reperite nel Next Generation EU, nel Piano per il Sud, attraverso la rimodulazione dei fondi comunitari. Il problema del precariato, nelle diverse situazioni in cui si presenta (pubblica amministrazione, partecipate, privato, tirocinanti) va risolto adesso, oppure si corre il rischio di non poterlo fare più».

«Considerato che da anni i precari sostengono in gran parte l’attività delle pubbliche amministrazioni in Calabria – ha sottolineato il Segretario generale della Cisl regionale – immettere stabilmente negli organici queste persone che hanno maturato una grande esperienza sul campo significherebbe anche ridare slancio ad una PA chiamata a garantire servizi efficienti ai cittadini e soprattutto, nella fase attuale, a rinnovarsi per rendere possibile l’impiego nei tempi giusti delle risorse del Next Generation EU».

La presenza a Siderno, il 26 luglio, dei Segretari generali di Cgil, Cisl e Uil Landini, Sbarra e Bombardieri, ha evidenziato Russo nel corso della sua relazione, sarà «un segnale forte per ribadire al Governo, a tutti i livelli istituzionali, alla politica nazionale e regionale, al mondo imprenditoriale, alle forze vive della società, che tutta l’Italia riparte se riparte il Sud e con il Sud la Calabria».

All’introduzione del Segretario regionale è seguita una discussione molto partecipata con gli interventi delle federazioni di categoria e delle strutture Cisl territoriali, in cui sono stati ripresi e condivisi i contenuti della relazione.

Nel corso del dibattito, è stato espresso unanime apprezzamento per la costituzione di Plurale Ets, Rete Associativa Nazionale del Terzo Settore che comprende le associazioni nate nel solco della Cisl, con un caloroso augurio di buon lavoro ad Annamaria Furlan, Portavoce del nuovo importante soggetto sociale.

L’Esecutivo ha, inoltre, deciso la convocazione del Consiglio generale della Cisl calabrese per il pomeriggio del 26 luglio, a Roccella Jonica, con la presenza del Segretario generale Luigi Sbarra, nello stesso giorno in cui si svolgerà a Siderno, in serata, la manifestazione unitaria che vedrà insieme i tre Segretari generali Landini, Sbarra e Bombardieri.

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.