31 minuti fa:Smurra (Fna) e Colamaria (Udicon) denunciano: «Al cimitero Rossano 4 mesi per completare un loculo»
3 ore fa:Morano Calabro, piantumato ieri l’albero del ricordo in memoria delle vittime del covid
46 minuti fa:A Cariati va a fuoco il pontile che porta alla Tomba Brettia, simbolo della città
1 ora fa:Truffa con i mandarini della penisola iberica: due coriglianesi estradati in Spagna
3 ore fa:Individuato il presunto piromane dell'incendio di Albidona
22 minuti fa:REGIONALI 2021 - Cuzzocrea: «Le graduatorie OSS Cosenza diventino regionali fino a esaurimento»
16 minuti fa:Estate 2021 a Cassano-Sibari, soddisfatto il sindaco Papasso che chiede agli operatori di osare di più
1 minuto fa:A Corigliano-Rossano è tutto pronto per i festeggiamenti in onore di San Nilo. Ecco il programma
1 ora fa:Le meraviglie della riserva naturale del Lago di Tarsia negli studi della Societas Herpetologica Italica
50 minuti fa:REGIONALI 2021 - Le priorità di Trento: «Il diritto alla salute è imprescindibile»

Co-Ro, l’opposizione chiede una Città a “rifiuti Zero”

1 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO - «A Commissione Ambiente terminata possiamo dire, come Consiglieri Comunali di Opposizione, che la Città di Corigliano-Rossano diventerà la più grande Città della Calabria ad aderire alla strategia Rifiuti Zero».

È quanto scrivono in una nota congiunta i consiglieri Francesco Madeo di Corigliano-Rossano in Azione e Gennaro Scorza dell’Unione di Centro.

«Nonostante l'estremo ritardo sulla tabella di marcia, - continuano - per la stesura del capitolato speciale di appalto del servizio di raccolta dei rifiuti, considerando che il contratto di igiene urbana scade a dicembre, come consiglieri di opposizione continuiamo a sostenere che la strategia Rifiuti Zero sia l'unica alternativa valida per i futuri 30 anni della nostra Città. Per questo proporremo l'approvazione della delibera di adesione al prossimo Consiglio Comunale».

«Ringraziamo – aggiungono - i tecnici della Scuola Agraria del Parco di Monza, soprattutto il Dottor Enzo Favoino, punto di riferimento nazionale in materia, e riteniamo sia stato riproposto un progetto che ricalca ed estende sul territorio della nostra Città la struttura attuale del servizio di raccolta rifiuti dell'area urbana di Corigliano Calabro. Come Consiglieri Comunali di Opposizione abbiamo proposto all'interno dell'ultima Commissione Ambiente i nostri contributi, riguardo il nuovo progetto, che ci riserviamo di formalizzare all'interno di un documento a nostra firma che verrà reso noto all'intera cittadinanza».

«Constatiamo – incalzano - che su numerosi punti l'Amministrazione Comunale sconfessa le proprie linee programmatiche presentate ai cittadini durante la campagna elettorale. Il contributo Conai, il ricavo della vendita del materiale differenziato, che il Consigliere Comunale Stasi voleva internalizzare nelle tasche del Comune per "azzerare la bolletta dei cittadini", resta diviso al 50% tra la ditta che vincerà la gara di appalto e l'Ente Comunale, mentre l'esternalizzazione di alcune fasi amministrative, di competenza comunale, si scontrano con l'internalizzazione del servizio di igiene urbana sempre paventato dall'ex rivoluzionario Stasi».

«Solo gli ignoranti non cambiano idea e su questo constatiamo il repentino cambio di approccio del nostro Sindaco che ha totalmente ribaltato la propria visione di gestione del Servizio di Igiene Urbana.

Il Flavio Stasi nemico delle aziende, ormai messo in cantina, lascia spazio ad un Sindaco Stasi che apprezza il lavoro fatto dai suoi predecessori e rincalza accentuandone le modalità. Intanto gli ultimi dati legati alla percentuale di raccolta differenziata della nostra Città registrano una totale assenza politica sulla tematica dei rifiuti e numerosi passi indietro in un percorso, sufficientemente virtuoso, iniziato cinque prima. Come Opposizione ci convinciamo sempre di più che la problematica non è legata al Servizio ma alle capacità amministrative dei nostri rappresentanti» concludono.

 

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.