12 ore fa:Prossimamente in libreria il nuovo libro di Carlino: “Rossano e il suo Codex nella Letteratura”
9 ore fa:Verso le aziende agricole digitali anche nella Sila Greca
14 ore fa:Nell’oasi di pace e relax Barbieri torna il format ‘Na birra nell'orto
9 ore fa:La Vignetta dell'Eco
13 ore fa:Domani al Castello Flotta l'evento “La musica una compagna per tutta la vita”
13 ore fa:La Regione Calabria applica per la prima volta la legge che regolamenta le Lobby
10 ore fa:Le ali a Crotone, aspettando un sussulto dei nostri territori
14 ore fa:Sanità precaria, il grido di allarme di Corigliano-Rossano Pulita
15 ore fa:I Marcatori Identitari Distintivi come esperienza turistica competitiva
15 ore fa:Cariati, al vaglio le candidature per la Commissione per le Pari Opportunità e Politiche di genere

Sibaritide: Occhiuto smaschera Renzi e Oliverio

1 minuti di lettura
Statale 106 e terzo macrolotto, l’interrogazione del parlamentare Roberto Occhiuto “smaschera le bugie di Renzi e Oliverio”. Non usa mezzi termini l’associazione “Basta Vittime sulla ss 106” alla luce dei quesiti posti dal deputato al Ministro alle Infrastrutture ed ai Trasporti Graziano Delrio. Con cui si chiede di conoscere “per quali ragioni il Governo ha inteso ritirare dal CIPE. Il progetto dell’ammodernamento della S.S.106 previsto tra Sibari e Roseto Capo Spulico”. È stato addirittura il sottosegretario alla Giustizia Alfano a spiegare, in risposta, che “il progetto ha già le coperture necessarie. Si tratta di un progetto di ben 1.200 milioni di euro di cui 970 sono disponibili da anni mentre i restanti sono stati già reperiti dal Piano Pluriennale Anas Spa 2015 – 2020. Nonostante ciò, evidenzia l’associazione “non esiste al momento, per come è apparso chiaro nel dibattito. La volontà politica del Governo di avviare i lavori”. E Alfano (“non si capisce – commenta “Basta Vittime”. Perché non abbia risposto il Ministro Delrio oppure un sottosegretario al MIT”). “Non ha voluto chiarire di chi sono le responsabilità di questa scelta ed, infine, non solo non ha chiarito quali saranno ora le azioni. Il Governo metterà in campo per rimediare all’accaduto per avviare in tempi brevi l’opera ma ha lasciato intendere che i tempi per l’avvio dell’opera non sono al momento prevedibili.
OCCHIUTO SMASCHERA RENZI E OLIVERIO
L’unico elemento chiaro emerso nel dibattito resta il fatto che i Ministeri coinvolti. Hanno recepito le osservazioni contrarie pervenute sull’opera. Si tratta di quelle osservazioni pervenute sul progetto – come ha spiegato bene l’On. Occhiuto – per il 93% da due comuni della Calabria. (Amendolara e Trebisacce e poi dalla provincia di Ferrara). Tutte queste osservazioni, che meriterebbero una indagine attenta da parte della Magistratura. Sono identiche – rileva l’associazione - e presentano format simili”. Ribadendo che “era noto a tutti che la Corte dei Conti in queste condizioni non avrebbe mai approvato il progetto”. L’associazione, che ringrazia l’on. Occhiuto per la sua interrogazione che “finalmente restituisce verità alla Calabria”. Non esita ad affermare che “ai calabresi resta l’amarezza per aver perso un’altra grande occasione ma anche la consapevolezza che questa volta sono state chiarite in modo evidente le responsabilità precise di un Governo Nazionale e Regionale che ad agosto, con toni trionfalistici, con Matteo Renzi e Mario Oliverio annunciavano l’ammodernamento della S.S.106 tra Sibari e Roseto mentre oggi vengono smascherati per aver semplicemente preso in giro tutti i cittadini calabresi”. Fonte: La Provincia di Cosenza
Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.