25 minuti fa:Elezioni Provinciali Cosenza, Spirlì: «Mancato rinvio è scelta scriteriata»
1:04 pm:Caloveto: dopo 10 anni sarà bonificata la discarica di Gadarre
7 minuti fa:Sport, Regione eroga aiuti economici a più di mille associazioni calabresi
5:01 pm:Corigliano-Rossano, Straface all’Asp: «Consentire a tutti i medici e infermieri disponibili di somministrare il vaccino»
38 minuti fa:Ritorno a scuola a Corigliano-Rossano, lo sfogo di una mamma: «Sono realmente preoccupata per l'incolumità di mio figlio»
5:01 pm:Amendolara, buoni spesa: approvato un ulteriore bando di solidarietà alimentare
1:17 pm:Trebisacce: l’Aletti chiede rassicurazioni sul rientro in classe
1:30 pm:Ex Ospedale di Cariati: chiesto il sopralluogo della struttura
4:01 pm:Castrovillari, vaccinati anche i volontari della Croce Rossa
4:01 pm:Cariati, Crescente: «Vengano assegnati gli alloggi di edilizia popolare alle famiglie bisognose»

Novellis: soddisfazione per la sinergia creatasi tra Arcidiocesi, amministrazione e scuole secondarie

1 minuti di lettura

Fare rete è una misura efficace a contrastare le devianze

Grande soddisfazione è stata espressa dall’assessore alla Città della cultura e della solidarietà Donatella Novellis a nome del Sindaco Flavio Stasi per la sinergia creatasi intorno al progetto “Povertà: tra indifferenza e desiderio di riscatto”. Un'iniziativa che ha messo insieme l’Arcidiocesi, l’Amministrazione Comunale e le scuole secondarie di secondo grado cittadine. Fra gli obiettivi educare alla prossimità per contrastare il fenomeno delle devianze. Arginare le povertà, da declinare al plurale e che in quanto tali richiedono lo sforzo e la sinergia di più attori per fronteggiare le varie emergenze; che non riguardano la sola sfera dell’indigenza materiale, ma anche la miseria di valori, di principi e di affetti familiari. Raccogliere il testimone e farsi interpreti in prima persona del messaggio e dell’esempio di Don Luigi Ciotti. Porre al centro e rendere protagonisti i ragazzi, attraverso i quali leggere ed intervenire sui bisogni della comunità.

Creatività, partecipazione, bisogni ed esigenze sono le coordinate del progetto rivolto alle scuole; che entro lunedì 17 febbraio indicheranno i propri referenti e che metteranno poi nero su bianco, facendosi testimoni di legalità, idee e proposte. Il percorso è stato illustrato nei giorni scorsi nell’Episcopio di Corigliano – Rossano; alla presenza, tra gli altri, dell’Arcivescovo Giuseppe Satriano, promotore dell’iniziativa e dei dirigenti scolastici Antonio Pistoia e Alfonso Costanza. Aspettando il 16 aprile. Un punto di partenza per un cammino comune e non di arrivo. È stata pensata così la tappa a Corigliano-Rossano di Don Ciotti, ispiratore e fondatore dell’Associazione Libera contro i soprusi delle mafia e prima ancora del Gruppo Abele, d’aiuto ai tossicodipendenti e alle dipendenze varie, da tutti riconosciuto come il Prete della strada, per il suo approccio alla vicinanza e alla prossimità degli ultimi.

 ULTERIORE OPPORTUNITA' DI RIFLESSIONE E CRESCITA SULLE COMPETENZE EMOZIONALI

L’appuntamento – aggiunge la Novellis – dovrà rappresentare, quindi un’ulteriore opportunità di riflessione e crescita sulle progettualità e sulle competenze emozionali che in queste settimane gli studenti delle classi terze e quarte delle scuole di secondo grado svilupperanno e porteranno sul tavolo del confronto. Confronto non con il personaggio, ma con l’uomo, la persona Don Ciotti.

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.