19 ore fa:Strage di vitelli sulla statale 534: all'alba auto danneggiate e feriti
15 ore fa:Calabria, "L’acqua di San Giovanni" e “E cummari du mazzettu”
Ieri:Brucia la Valle del Coscile: fiamme minacciano il santuario della Madonna del Castello
18 ore fa:Ammodernamento tecnologico per gli ospedali della Sibaritide-Pollino: ecco le novità
20 ore fa:Civita: inizia la terza sindacatura di Alessandro Tocci
16 ore fa:Camigliatello Silano, al via il Summer School: "Progettazione e realizzazione di strutture di legno"
17 ore fa:Cosa si dice nella Calabria del nord-est: una settimana di notizie
9 ore fa:Cariati, l'incontro con la cultura afro-nigeriana chiude il Festival Interculturale “Sguardo e Mondi”
12 ore fa:La conferma del solstizio d'estate: l'Elefante dell'Incavallicata è allineato con il sole al tramonto
Ieri:Corigliano-Rossano, le opposizioni: «Stasi non è l’amministratore di una srls»

Intervento programmato degli artificieri dell'Esercito nel Cosentino

1 minuti di lettura
I Guastatori della 2^Compagnia dell'11°Rgt Genio, sono intervenuti ieri in Contrada Cona, nel Comune di Belsito (Cs) per un rinvenimento di un ordigno bellico inesploso. L'oggetto è stato casualmente ritrovato in un terreno privato e gli specialisti della Caserma "Manes" di Castrovillari lo hanno identificato come una bomba da mortaio tedesca da 81mm. Supportati da una cornice di sicurezza delle Forze dell'Ordine e con la collaborazione dell'assistenza sanitaria, il Team ha messo in sicurezza, rimosso e trasportato l'ordigno in una cava poco distante dove è stato fatto detonare in maniera controllata. Dopo attenta verifica la zona è stata dichiarata sicura dai militari del Genio che hanno provveduto a rimuovere ogni frammento metallico. Continua assidua e metodica l'opera degli artificieri dell'Esercito, sempre attivi nel supporto alle Prefetture e Comuni, per la sicurezza dei cittadini e la messa in sicurezza dei residuati bellici.
Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.