24 minuti fa:Cassano, una Piazza Municipio sarà intitolata a Salvatore Frasca
1 ora fa:Doppio mercato mensile a Schiavonea, gli ambulanti ringraziano Stasi e rilanciano
18 ore fa:Autonomia differenziata, Greco accusa Occhiuto: «Non è stato né leale né benevolo con la sua gente. Ha scelto gli interessi del Nord»
15 ore fa:Scambio interculturale Serbia-Italia, grande successo per il progetto di Erasmus+ a Co-Ro
14 ore fa:A Co-Ro l'evento "Come sabbia al vento" in ricordo dell'artista Pierluigi Rizzo
14 ore fa:Straface chiede la convocazione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica per Schiavonea
1 ora fa:Notte da paura a Schiavonea, violento scontro tra auto e moto: ci sono due feriti
1 ora fa:A Odissea 2000 divertimento e buon cibo identitario
16 ore fa:Tra Castrovillari e Sibari per il XXIV Raduno della Fellowship Compagnia dei Cavalieri Rotariani
15 ore fa:Il neo sindaco di Crosia Maria Teresa Aiello sceglie la Giunta: De Vico sarà il suo vice

Calopezzati si candida a diventare Capitale dell’Innovazione Sostenibile 2024

2 minuti di lettura

CALOPEZZATI – Il borgo al centro della Baia di Borea si candida a Capitale dell’Innovazione Sostenibile con Jazz’A-Inn 2024, evento creato ed organizzato dalla Fondazione Ampioraggio. Dopo la prima fase di selezione, il piccolo comune jonico che nel suo nome porta il seme della bellezza e dell'innovazione, conosciuta sin dai tempi della Magna Grecia, si appresta ora alla seconda fase della valutazione che la vede concorrere insieme ad altri 18 comuni italiani per ospitare l’ottava edizione di questa manifestazione.

A sostenere questo progetto che proietterebbe la comunità calopezzatese in una dimensione del tutto nuova nel campo della promozione sono l'Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Antonello Giudiceandrea, la Pro Loco cittadina e l'associazione Baia di Borea. La stessa che per costituzione nasce per la creazione della destinazione territoriale facendo leva su due elementi fondamentali: la consapevolezza civica e la riqualificazione dei beni artistici-monumentali del territorio: su tutti, l'antica rocca bizantina, divenuta castello militare e signorile sotto la dominazione Sveva. Un esempio di architettura che strafica più secoli e dominazioni che è l'emblema del territorio e che oggi vive in uno stato di semi-abbandono.

 

Un processo di consapevolezza e riqualificazione

Jazz’A-Inn 2024 potrebbe rappresentare, di fatto, un primo ancoraggio in questa dimensione di promozione e consapevolezza. Si tratta, infatti, di una manifestazione che fonde musica, tradizione e innovazione. Quest’anno il focus verte sulla Intelligenza Artificiale che serve proprio a dare lo start alla attuazione delle strategie di valorizzare del ricco patrimonio territoriale che tra le altre cose contempla bellezze nascoste, talvolta celate.

In caso di vittoria, Calopezzati avrà l'occasione di divenire per alcuni giorni il crocevia di artisti, manager, innovatori, nuovi talenti e istituzioni, stimolando il dibattito sullo sviluppo sostenibile e la ricerca di soluzioni creative per le sfide dell'intera area (dalla baia di Borea alla Costa dei Saraceni).

 

Giudiceandrea: «Questo evento è un faro per i territori»

«Abbiamo voluto concorrere alla selezione per Ospitare Jazz’A-Inn 2024 - dice il sindaco Antonello Giudiceandrea - perché questo evento nelle passate edizioni ha dimostrato di essere un faro sui territori. L'occasione per attivare un vero e proprio laboratorio diffuso su innovazione (quest'anno il tema portante sarà la IA) e tradizione che vede la partecipazione di manager, innovatori, cattedratici, ma anche studenti, imprese, sociologi provenienti da tutta Italia. La filosofia dell'evento è quella di generare nuove idee e avviare processi di valorizzazione che se opportunamente seguiti possono essere la chiave per l'attuazione di alcuni dei programmi che l'Amministrazione che rappresento in collaborazione con l'APS Baia di Borea e la Pro Loco intende attuare. Parlo nello specifico della rigenerazione del borgo mediante interventi materiali e immateriali già oggetto di richiesta di agevolazione e del progetto - conclude il Primo cittadino - di acquisizione del Castello da destinare alla fruizione pubblica».

In questa seconda fase di candidatura per il Jazz’A-Inn 2024 sarà fondamentale il sostegno dei cittadini, poiché la decisione finale sarà influenzata non solo dal giudizio della commissione ma anche dal pubblico che potrà votare seguendo le istruzioni riportare nella pagina del concorso (clicca qui). C’è tempo fino al 24 marzo per sostenere Calopezzati a Capitale dell’Innovazione Sostenibile 2024.

Luigia Marra
Autore: Luigia Marra

Mi sono diplomata al Liceo Classico San Nilo di Rossano, conseguo la laurea in Lettere e Beni Culturali e successivamente la magistrale in Filologia Moderna presso Università della Calabria. Amo ascoltare ed osservare attentamente la realtà di tutti i giorni. Molto caotica e confusionaria, ma ricca di storie, avvenimenti e notizie che meritano di essere raccontate.