4 ore fa:VOLLEY FEMMINILE - Nessun limite per Perla di Calabria Rossano. Parola d’ordine? Vincere
30 minuti fa:Crati, quattro anni dall’alluvione e ancora nessun intervento definitivo di ripristino dell'argine
50 minuti fa:Cento anni dal viaggio di Roncalli in Calabria: quando il futuro “Papa Buono” visitò la nostra regione
3 ore fa:Mercato delle Clementine, la guerra in Ucraina ha dimezzato del 50% l’export degli agrumi dalla Sibaritide
4 ore fa:La Calabria sale sul podio dei campionati italiani di squash
2 ore fa:Vertenza Calabria, «Sud e Calabria scomparsi dall'agenda»
3 ore fa:Sistema portuale dei Mari Tirreno Meridionale e Jonio, approvata la variazione di Bilancio 2022
3 ore fa:Contro la violenza sulle donne, le scuole di Corigliano-Rossano fanno sensibilizzazione
10 minuti fa:A Schiavonea l’Arcidiocesi di Rossano-Cariati celebra la “Giornata mondiale della pesca”
4 ore fa:Allerta meteo a Schiavonea, il consorzio di bonifica interviene grazie al gasolio fornito dal sindaco

Il treno della Sila tra i protagonisti del film Freaks Out vincitore del Festival di Berlino

1 minuti di lettura

COSENZA - «Siamo orgogliosi per l’ennesimo traguardo raggiunto da Freaks Out, il film di Gabriele Mainetti vincitore della nona edizione dell'Italian Film Festival di Berlino». È quanto ha dichiarato l’amministratore Unico di Ferrovie della Calabria, Ernesto Ferraro per il risultato portato a casa dalla pellicola che si è aggiudicata anche il premio del pubblico "Lazio, eterna scoperta", concorrendo con altri nove film italiani presentati nei giorni scorsi agli spettatori della capitale tedesca.

Il film, nato anche grazie alla collaborazione di vari Enti tra cui Ferrovie della Calabria con il suo Treno della Sila, il Parco nazionale della Sila, le amministrazioni comunali del territorio, è reduce del successo di pubblico e di quello ottenuto alla 78esima Mostra del Cinema di Venezia con il Premio Leoncino D'Oro.

«Dopo una ricerca estesa e un lungo lavoro di scouting sull'intero territorio nazionale - ha dichiarato il regista Mainetti alla fine delle riprese in Calabria - abbiamo individuato la Sila e questo suggestivo trenino d'epoca. Il percorso del treno della Sila e la vegetazione che lo avvolge -ha concluso Mainetti - mi è sembrato perfetto per l'ambientazione del mio film».

Ancora una volta il Treno della Sila non ha mancato di stupire il pubblico per il suo particolare fascino che rievoca i fasti di un territorio incontaminato attraverso un antico tracciato, facendo fermare il tempo e apprezzare al passeggero un viaggio all’insegna dei ritmi tranquilli circondato da panorami mozzafiato che si prestano ai migliori set di film cinematografici.
 

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.