2 ore fa:Co-Ro, spesi 7000 euro per il palco in Piazza Steri «inutilizzato per un mese»
2 ore fa:Il buco nero del pronto soccorso “Giannettasio”: tempi d’attesa infiniti e consulenze lunghissime
12 minuti fa:Notte d’Estate nel centro storico di Corigliano: ci sarà anche la Corigliano Volley
1 ora fa:La Società Italiana di Intelligence assegna a Franco Gabrielli il premio Cossiga
3 ore fa:Al largo delle coste calabresi la Us Navy recupera il caccia F-18 caduto negli abissi
43 minuti fa:Torna lo Slalom Città di Altomonte, unica di Coppa Italia nel cosentino
4 ore fa:Successo di critica per il giovane scrittore coriglianese Francesco Maria Pistoia
1 ora fa:Tutto pronto per l’atteso appuntamento di CoRo Piano City. Ecco i numeri dell’evento
3 ore fa:Guardia di finanza, assegnato un nuovo ufficiale al Nucleo di Cosenza
3 ore fa:Il FitWalking a Roccella Jonica avrà come ospite Fiona May

Oltre 70 artisti da tutto il mondo al Castello dell’Arso, al centro: identità, cultura e territorio

1 minuti di lettura

MANDATORICCIO - Un vero e proprio laboratorio artistico, creativo ed energetico in una delle diverse testimonianze dell’importante patrimonio storico identitario della Calabria. È quello che si sta realizzando in questi giorni (iniziato lo scorso 1° agosto) al Castello dell’Arso di Mandatoriccio mare. Un esperimento di rivitalizzazione corale al quale stanno contribuendo oltre 70 tra artisti e performer provenienti da tutto il mondo e giunti in Calabria per esprimere e condividere identità e visioni

È quanto fa sapere Giulia Mascaro, promotrice dell’evento Festival Radici - la residenza collettiva, che, aperto al pubblico, si concluderà domenica 7 con una serie di proposte dedicate alla Calabria. Le tappe conclusive del week end saranno: stasera lo spettacolare live di Leo Caligiuri e Tommy Bradascio duo, un concerto di musica jazz e altre contaminazioni che si mescoleranno tra le chine del live painting di Lisa Gelli in residenza tutta la settimana con un maxi lavoro sulle facciate del castello.

Stasera, sabato 6 dalle 21,30 Chinò, performance live musicale a cura di Gianluca Lovreglio e percussioni di Gianluca Cariati; a seguire dalle 23:30 si viaggia in una dimensione parallela con il Collettivo Tracey per un dj set tra techno ed elettronica a cura di Francesco Brizza ed Andrea De Rose. Domenica 7 spazio alla tradizione! A partire dal pomeriggio da non perdere la dimostrazione con costruzione della Lira, tradizionale strumento musicale a cura di Pasquale Santoro e Giuseppe Chiarelli. Si terrà anche un corso di tarantella pastorale a cura di Raffaella Maritato accompagnata da musica dal vivo. Le danze lasceranno poi spazio alla proiezione finale dell’elaborato prodotto dal lavoro collettivo del corso di cinema di Artesettima per chiudere in bellezza dalle 22:30 con la musica pop-rock e le cover delle migliori hit della storia suonate da Soviero e i guardalinee.

Una programmazione intensa con tanti appuntamenti anche per bambini come le letture che si terranno stasera dalle 18:00 alle 19:00 o ancora lo spettacolo Lassù con disegni live a cura di Alessia Moretti e la voce narrante di Flavia De Marco, in prima assoluta ieri sera, venerdì 5 con replica domani, domenica 7 alle 20.45. 

Con il patrocinio del comune di Cariati, l’evento gode del sostegno di numerosi partner: Perla di Calabria, Casa Solares, Il Museo e la fabbrica di liquirizia Amarelli, iGreco, Otto Torri sullo Jonio col progetto Nostos - Marcatori Identitari per i turismi, con media partner Lenin Montesanto – Comunicazione & Lobbying.  

Veronica Gradilone
Autore: Veronica Gradilone

25 anni. Laureata in scienze della comunicazione. Laureanda magistrale in comunicazione e tecnologie dell'informazione. Mi piace raccontare le storie, non mi piace raccontare la mia