4 ore fa:Record di pale eoliche in Calabria. Allora perché non siamo energeticamente autonomi?
5 ore fa:Caro biglietti, la proposta: «Non date altri soldi a Trenitalia, dateli ai pendolari»
3 ore fa:Corigliano-Rossano conclude il suo mandato di capitale mondiale della Fisica Nucleare e Subnucleare
3 ore fa:Amazon per la Calabria: in vista un progetto di collaborazione che la renderà internazionale
5 ore fa:“Calabria Terra dei Padri”: attivo da oggi il sito che punta al turismo di ritorno
7 ore fa:Il cosentino Scola, campione italiano di velocità in montagna, ricevuto dalla Succurro
7 ore fa:Il Pollino, scrigno di una pluralità alimentare dal gusto variegato e dalla potenzialità turistica straordinaria
4 ore fa:A due passi dal cielo
6 ore fa:Mazza ringrazia quanti lo hanno votato e annuncia la nascita del Progetto Jonia
8 ore fa:Bollette alle stelle, protesta degli agricoltori: «Situazione insostenibile»

Sembra ieri, un tuffo nei ricordi di una Rossano che non c'è più

1 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO - Si chiama "Sembra Ieri" ed è l'ultima opera di Gino Campana, sindacalista, giornalista, storico conduttore televisivo di quella che un tempo fu Tele Rossano (una delle prime tv commerciali italiane) ma prima di tutto un uomo, un giovane nonno visceralmente attaccato alla sua memoria, alle sue radici. E "Sembra Ieri" è un lavoro autobiografico che però restituisce un'istantanea inedita della Rossano della seconda metà del secolo scorso. 

Un tuffo nella memoria personale e collettiva, scritto con sapiente freschezza e profonda leggerezza, quello di Gino Campana, che attraverso le sue righe in “Sembra Ieri” ha tracciato i nitidi ricordi della sua vita e della comunità nella quale ha trascorso i “migliori anni della sua vita”, sottolineati dalle note del magico mandolino di Pino Salerno nella cornice del Circolo Culturale Rossanese, che sotto la guida di Tonino Guarasci è diventato, ancor di più un perno culturale del Centro Storico.

Un racconto civile, come ha ribadito Gegè Nastasi, che in maniera estremamente approfondita ha analizzato il libro di Gino, che con un linguaggio diretto e scorrevole ha fatto riemergere dalla patina nostalgica dei ricordi una Rossano che seppur nelle difficoltà di una cittadina del profondo sud, rimarca la sua infanzia e la sua giovinezza tutto sommato felice, fatta dei primi rudimentali giochi realizzati dal padre (la cazzuola ricavata da un cucchiaio o la ruota con il filo di ferro) ed i primi batticuori.

La “fortuna” a suo dire di essere entrato nel mondo del lavoro appena completato gli studi, per poi dedicarsi agli ultimi, come rimarcato da Mario Massoni, perchè era innato in sè questo bisogno di difendere gli umili, gli indifesi, la povera gente. E non è un caso che il ricavato della vendita dei libri sarà devoluto interamente in beneficenza.

Una serata di cultura e di spensieratezza allietata dai simpatici siparietti tra Gino, Gegè e Mario, prima di tutto amici in mezzo a tanti amici venuti a stringersi intorno ad uno dei perni della nostra comunità.

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.