Ieri:La pioggia bagna le piazze di Straface e Stasi: ma la campagna elettorale è già un bollore di attacchi
16 ore fa:Cosa si dice nella Calabria del nord-est: una settimana di notizie
10 ore fa:Patologie reumatiche, due giornate di approfondimenti all'Unical
Ieri:La Diocesi di Rossano Cariati si prepara alla 50^ edizione delle Settimane sociali dei cattolici
13 ore fa:Accordo Quadro Anci-Conai 2020-2024, giornata di approfondimento alla Provincia
15 ore fa:Viaggio tra i Feudi della Sila Greca - Il Principato di Campana, Regno indiscusso dei Sambiase per oltre un secolo
14 ore fa:Amministrative a Co-Ro, presentata la lista della Lega a sostegno di Straface
7 ore fa:Baldino (M5s) attacca Occhiuto: «Con la faccia di bronzo fa campagna elettorale nell'Alto Jonio, luogo saccheggiato e depredato»
11 ore fa:Il Metropolita Polykarpos accolto a Corigliano-Rossano: giorno memorabile per la comunità greco-ortodossa cittadina
8 ore fa:Ballarati, autore castrovillarese, conquista anche Napoli

Giulia Michelini a Morano Calabro per lo spettacolo di punta della stagione Teatromusica

1 minuti di lettura

MORANO CALABRO - 

Dopo la comicità di Ciro Giustiniani e l’omaggio dell’Orchestra di Fiati al maestro Ennio Morricone, continua la stagione Teatromusica di Morano Calabro con un altro attesissimo appuntamento.

Cuore della prima parte della rassegna organizzata dalla compagnia “Allegra Ribalta” è, infatti, “Alza la voce”, lo spettacolo di e con Paola e Giulia Michelini per la regia di Paolo Civati che andrà in scena domenica 5 dicembre alle ore 18 presso l’Auditorium “M. Troisi”.

Un tentativo di parlare del femminile e della sua natura, che sfugge a qualsiasi definizione. Si può racchiudere in queste parole il senso dello spettacolo delle due sorelle che prende spunto da un fatto reale - l’Orsa Pizza, chiusa da anni all’interno di una teca in un centro commerciale in Cina - ed utilizza la metafora per riflettere sugli stereotipi legati al femminile oggi, attraverso i personaggi di due donne, Stella e Pizza. “Alza la voce” racconta un confronto ironico e surreale, procedendo per analogie, per sfumature emotive, visive e sonore.

In continuità con il filone comico partenopeo di cui Morano, grazie a questa rassegna, ne fa da capitale calabrese, l’appuntamento con la celebre Rosy Abate della tv non si sente estraneo al contesto ma ne diventa, anzi, lo spettacolo di punta.

Altri due, infine, saranno gli appuntamenti della stagione la cui prima parte si concluderà entro la fine dell’anno ma che per il 2022 ha in serbo numerose sorprese in occasione dei 30 anni dell’Allegra Ribalta.

Paola Chiodi
Autore: Paola Chiodi

Curiosa, solare e precisa. Laureata in Comunicazione e Dams all'Università della Calabria, ha perfezionato gli studi con un Master in Giornalismo e Comunicazione insieme alle più grandi firme del panorama nazionale. Dal copywriting e la comunicazione per il web è entrata da subito nel mondo del giornalismo televisivo, come inviata e conduttrice di format, speciali e servizi. Si occupa di eventi culturali, per i quali è responsabile dell'ufficio stampa e cura la comunicazione istituzionale di associazioni e confederazioni nazionali. La sua più grande passione è l’arte, ma adora anche il vintage e il teatro (dalla commedia all’opera).