12 ore fa:“U tatarannu” dei pescatori. Il nuovo murale nel borgo marinaro di Schiavonea
10 ore fa:Presentata la quinta edizione di “Cose Belle Festival 2021” tra creatività, illustrazione e design
12 ore fa:Calabria Sona protagonista del primo Festival del Turismo Musicale a Milano. Ecco quando
8 ore fa:Agricoltura, accolte le richieste della Calabria a seguito degli eventi calamitosi
11 ore fa:Il riconoscimento della regione ai genitori del campione d’Europa di Volley, Daniele Lavia
9 ore fa:Contrasto al caporalato, Cisl: «Attivare le Sezioni territoriali della Rete del lavoro agricolo di qualità»
11 ore fa:Cassano, sottoscritto protocollo d’intesa tra amministrazione e sindacati
10 ore fa:Inchiesta Sibari-Co-Ro: i due progetti messi allo specchio
11 ore fa:A Corigliano-Rossano “è tempo di volley”: presentato il progetto all’Istituto Costabile Guidi
9 ore fa:Cariati, nasce la nuova Giunta Greco con Antonio Arcuri vicesindaco

Ancora violenze nel carcere di Ciminata. Le guardie sono esasperate

1 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO - Ancora violenza nel carcere di Rossano. Un detenuto con problemi psichiatrici, in pochi giorni, ha prima distrutto la stanza detentiva e poi l’infermeria del carcere, dove era stato portato per ricevere le cure relative alla sua patologia. Ieri sera è stato necessario inviare l’uomo prima al pronto soccorso e poi nel reparto detentivo del locale ospedale, dove è stato piantonato da cinque agenti, alcuni dei quali richiamati in servizio, a causa dell’emergenza in atto. 

«Tale grave episodio - affermano Giovanni Battista Durante, Segretario generale aggiunto del SAPPE e Damiano Bellucci, segretario nazionale - pone ancora una volta all’attenzione il disagio psichiatrico in carcere e l’errata valutazione del fenomeno, da parte di chi dovrebbe porvi rimediò. Tali detenuti non possono stare in strutture detentive come quella di Rossano, dove non c’è una sezione adeguata, ad essi dedicata, con personale, soprattutto sanitario, che possa gestire questa tipologia di detenuti. Sarebbe opportuno che la ministra ponesse al centro dell’attenzione tale questione, come peraltro ci sembrava di aver capito all’atto del suo insediamento al ministero della Giustizia. Il problema, probabilmente, necessita sia di interventi legislativi, sia di atti organizzativi, di competenza dei vertici dell’amministrazione penitenziaria». 

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.