1 ora fa:Al via l'Estate a Sofferetti, tra fede e musica
21 ore fa:Le ali a Crotone, aspettando un sussulto dei nostri territori
2 ore fa:Corigliano-Rossano: «Apri siamo i Carabinieri» e poi lo accoltellano
3 ore fa:Il cassanese Luigi Pascale vince il premio America Giovani
15 minuti fa:Chiusura nefrologia, Stasi: «Ennesimo disastro targato Graziano-Occhiuto»
6 ore fa:Auto contro motociclisti: due feriti nel violento scontro di Cassano Jonio
20 ore fa:La Vignetta dell'Eco
5 ore fa:Aggressione al vicino di casa e dinanzi agli agenti, assolto perché il fatto non sussiste
20 ore fa:Verso le aziende agricole digitali anche nella Sila Greca
4 ore fa:Cosa si dice nella Calabria del nord-est: una settimana di notizie

Porta a porta spinto Co-Ro: dopo un mese differenziato più del 70% dei rifiuti

2 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO - Dal primo maggio è entrato in funzione, su tutto il territorio del comune di Corigliano-Rossano, dai centri storici alle contrade, il nuovo servizio di gestione e raccolta dei rifiuti, un piano di porta a porta spinto con l'introduzione di alcune novità.

«Il nuovo sistema – riporta la nota comunale - ha portato il dato della raccolta differenziata al mese di maggio a raggiungere il 73,48%. Un dato elevato e straordinario che ha dimostrato come l'abbandono dei secchioni stradali sia stato compreso e accettato dalla cittadinanza. Gli ultimi accordi Anci-Conai (quelli che regolano i corrispettivi da riconoscere ai comuni in proporzione ai quantitativi di imballaggi intercettati) hanno penalizzato moltissimo le RD stradali che non garantiscono una sufficiente purezza dei materiali raccolti. La raccolta differenziata con porta a porta spinto permette, laddove è stata provata, anche non solo una riduzione della raccolta classica, per come l'abbiamo conosciuta anche da noi prima di maggio, ma una diminuzione della creazione di immondizia, dato davvero importante».

«Si tratta – spiegano - di un dato importante, che ora deve essere confermato col tempo e con il lavoro condiviso da cittadini, comune, servizio di raccolta ed organi di controllo, tenendo conto del fatto che differenziare rappresenta l'unica strada percorribile per diminuire la TARI che, lo ricordiamo, si basa sui costi sostenuti dai Comuni per l'intero ciclo dei rifiuti, dalla raccolta allo smaltimento, ed il conferimento dei rifiuti indifferenziati rappresenta uno dei costi più elevati che grava sulla comunità. Dopo le prime settimane, è partita inoltre la fase dei controlli finalizzati a colpire l'abbandono di rifiuti lungo il territorio comunale, dal momento che oggi il servizio Porta a Porta è garantito sull'intero territorio di Corigliano-Rossano. In questi giorni sono state elevate già decine di sanzioni per un ammontare di circa 4 mila euro, l'attività di controllo del territorio è solo all'inizio. Nelle prossime settimane saranno installate numerose foto trappole nei punti maggiormente sensibili e sarà incrementata l'attività di controllo del territorio anche sui rifiuti abbandonati grazie ad una task-force tra Settore Ambiente, Polizia Locale ed azienda di gestione del servizio di igiene urbana».

«Leggendo i dati non posso che essere fiero di quanto fatto dai miei concittadini di Corigliano-Rossano - ha dichiarato il sindaco Flavio Stasi – perché tutte le esperienze di raccolta differenziata porta a porta attivate in passato e attive in Italia tutt'ora ci dicono che il funzionamento di questo sistema è direttamente connesso alla coscienza civica dei cittadini, che devono impegnarsi sempre più nella separazione dei rifiuti.  Bisognerà lavorare ancora sodo per mantenere ed elevare questo dato, ci attende la gestione del periodo estivo che sarà delicatissimo e ci sono ancora tantissimi sporcaccioni da beccare (anche se ne abbiamo già beccati un bel po') ma questo dato deve servire a tutti come incoraggiamento. Ricordo che solo con solo con la differenziata potremo ridurre la TARI e che metà dei proventi della vendita del materiale differenziato, con il nuovo servizio, rientra nelle casse comunali, quindi dei cittadini».

«Inoltre, visto l'inizio della stagione estiva, sono stati istituiti sportelli informativi mobili e consegna kit utenze fluttuanti dedicati a turisti, utenti stagionali, utenti che non hanno ancora ritirato il kit per la propria utenza domestica estiva e come sempre chiunque abbia bisogno di informazioni. Tale iniziativa è stata pianificata al fine di fornire un supporto continuativo agli utenti e di informare e coinvolgere anche le utenze straniere o non residenti».

 

Rita Rizzuti
Autore: Rita Rizzuti

Nata nel 1994, laureata in Scienze Filosofiche, ho studiato Editoria e Marketing Digitale. Amo leggere e tutto ciò che riguarda la parola e il linguaggio. Le profonde questioni umane mi affascinano e mi tormentano. Difendo sempre le mie idee.