3 ore fa:Gli invisibili. La casa popolare è inagibile, va al Comune ma le porte per lei sono sbarrate
2 ore fa:Destinazione Sibari: il perno dello sviluppo per la Calabria del nord-est
33 minuti fa:Aumento della videosorveglianza a Corigliano-Rossano: venti nuove postazioni
3 ore fa:«Il Governo sia chiaro sugli stanziamenti per la Statale 106. La Calabria merita serietà e rispetto»
3 ore fa:L’istituto “Amarelli” ricorda le concittadine Maria Rosaria Sessa e Fabiana Luzzi in una profonda commozione
13 minuti fa:L'Istituto musicale “Donizetti” ha inaugurato il nuovo anno accademico: si riparte con 96 iscritti
2 ore fa:Una clementina per dire no alla violenza sulle donne: l’iniziativa promossa da Confagricoltura Donna
1 ora fa:Si anima la discussione attorno alla banchina crocieristica. Realizzarla? Certo! E su questo non devono esserci dubbi
1 ora fa:Il Museo della Sibaritide ospita la premiazione dei vincitori di Wiki Loves Monuments Calabria '22
1 ora fa:Il tentativo coraggioso di rianimare una sinistra morente a Corigliano-Rossano e sul territorio

Si rinnova il parco auto della Polizia Provinciale: sei nuove Jeep Renegade

1 minuti di lettura

COSENZA - «Dopo oltre 10 anni si rinnova il parco auto della Polizia Provinciale, con 6 Jeep Renegade 4xe Plug-in Hybrid e finalmente i nostri Agenti potranno svolgere in sicurezza i compiti d’istituto».

A dichiararlo è la presidente della Provincia Rosaria Succurro, visibilmente soddisfatta per questo ulteriore risultato, non scontato e soprattutto molto importante anche per operare con ancora più incisività sul territorio.

«L’attività principale della Polizia Provinciale - ha continuato la Succurro - è e deve essere quella di Polizia ambientale, un compito assolutamente prezioso e da rafforzare, anche alla luce delle problematiche del territorio e degli abusi connessi. La Provincia di Cosenza ha avviato una proficua collaborazione con la Regione Calabria e il presidente Occhiuto, per il monitoraggio e la tutela delle nostre coste, un bene inestimabile da salvaguardare e da proteggere. L’arrivo delle Jeep Renegade , in quest’ottica, consente controlli più capillari e interventi più incisivi e sarà quindi un prezioso ausilio per rispettare sempre al meglio gli impegni istituzionali assunti». 

La presidente della Provincia ha anche rimarcato che la scelta effettuata imprime una svolta green decisiva e porterà anche risparmi alle casse dell’Ente, in quanto il motore endotermico delle Jeep è affiancato da una unità elettrica collegata ad un pacco batterie che può anche funzionare autonomamente.

Veronica Gradilone
Autore: Veronica Gradilone

25 anni. Laureata in scienze della comunicazione. Laureanda magistrale in comunicazione e tecnologie dell’informazione. Mi piace raccontare le storie, non mi piace raccontare la mia