8 ore fa:Il riconoscimento della regione ai genitori del campione d’Europa di Volley, Daniele Lavia
6 ore fa:Cariati, nasce la nuova Giunta Greco con Antonio Arcuri vicesindaco
6 ore fa:Agricoltura, accolte le richieste della Calabria a seguito degli eventi calamitosi
7 ore fa:Contrasto al caporalato, Cisl: «Attivare le Sezioni territoriali della Rete del lavoro agricolo di qualità»
9 ore fa:“U tatarannu” dei pescatori. Il nuovo murale nel borgo marinaro di Schiavonea
9 ore fa:A Corigliano-Rossano “è tempo di volley”: presentato il progetto all’Istituto Costabile Guidi
9 ore fa:Calabria Sona protagonista del primo Festival del Turismo Musicale a Milano. Ecco quando
8 ore fa:Inchiesta Sibari-Co-Ro: i due progetti messi allo specchio
8 ore fa:Cassano, sottoscritto protocollo d’intesa tra amministrazione e sindacati
7 ore fa:Presentata la quinta edizione di “Cose Belle Festival 2021” tra creatività, illustrazione e design

Sila-mare: una rotonda per "accomodare" le esigenze di tutti. Ora i lavori per completare l'opera possono (ri)partire

2 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO -  Una rotonda piazzata al bivio a valle di Cropalati ed un nuovo ponte che taglierà trasversalmente il letto del Trionto. Questa la "soluzion" in variante attuata da Anas per accomodare le esigenze delle comunità montane di Cropalati, appunto, e Caloveto tra le quali, nei mesi scorsi, si era accesa la discussione su punto in cui dovesse approdare il tratto a monte della Sila-Mare per eivtare che uno dei due centri venisse isolato.

A illustrare l'entità del progetto è la senatrice del Gruppo misto, Silvana Abate, attentissima alle questioni legate alle grandi opere pubbliche che (ancora in potenza) si vorrebbero realizzare nel territorio ionico fatte salve, ovviamente, le tantissime questioni e vertenze che rimangono in piedi. Come quella dei lavoratori delle ditte che stanno realizzando la Mirto-Longobucco che nelle settimane scorse avevano incrociato le braccia perché rimasti senza stpendio. «La sospensione dello sciopero dei lavoratori - dice oggi la Abate - a seguito del pagamento delle spettanze e la relativa ripresa dei lavori è fondamentale per il completamento di questa infrastruttura strategica che i cittadini aspettano da quasi trent'anni».

Ma qual è la situazione attuale? Il segmento viario da completare si divide in due tratti. Il primo (a monte) di competenza regionale mente il secondo (a valle) verrà effettuato da Anas. 

Ed è proprio in riferimento a questo secondo lotto che ci sono degli aggiornamenti. «Il dipartimento Infrastrutture, lavori pubblici e mobilità - dice la Abate - che individua questo intervento col codice "MCL-02" e la denominazione "Collegamento IV Lotto II Stralcio Strada Mirto Crosia-Longobucco Comuni di Longobucco e Cropalati", proprio in queste settimane, in riferimento all'intervento in oggetto, facendo seguito anche alle costanti comunicazioni intercorse con la sottoscritta, ha trasmesso ad Anas una proposta di variante relativa al collegamento del tratto terminale del IV lotto ai fini dell'integrazione progettuale con l'intervento denominato invece "Strada Longobucco — Mirto Crosia; Completamento; Raccordo Ss 106: collegamento viario ponte di Cropalati - Ss 106 ionica Mirto V Lotto" per come prodotto dai progettisti incaricati dall'appaltatore. Proposta di variante che è attualmente in corso di valutazione». La variante è rappresentata da una rotonda e da un nuovo ponte sul Trionto, parallelo a quello esistente realizzato durante la seconda guerra mondiale, e la strada dunque collegata a doppia ramificazione.

«Auspico ora che anche questa interlocuzione tra istituzioni si concluda entro breve di modo che, al momento del completamento dell'intervento di competenza regionale, l'Anas possa poi dare il via ai lavori sul tratto di propria pertinenza e arrivare alla realizzazione definitiva di quest'opera attesa da trent'anni. La costruzione di questa arteria - conclude la Parlamentare - unitamente all'istituzione del Frecciargento Sibari-Bolzano sulla fascia ionica e alla Sibari-Sila, sono le mie promesse elettorali ragion per cui ne seguirò sempre con grande costanza i lavori fino a quando anche questa strada non sarà completata».

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.