1 ora fa:Italia del Meridione, Flora Caruso nominata segretaria regionale Idm donne
55 minuti fa:Ora la priorità è svuotare i pronto soccorso: verso l'attivazione di 90 posti letto covid
2 ore fa:Emergenza Covid «dati allarmanti». Guccione auspica una zona rossa per la provincia di Cosenza
1 ora fa:Pandemia in Calabria, Oliverio: «servono misure urgenti, concrete ed adeguate per far fronte alla gravità della situazione»
3 ore fa:Campolescia. Sulla minaccia di riaprire la discarica, interviene De Magistris
1 ora fa:Vaccinazioni a Vaccarizzo, il Sindaco: «Non alimentare l’odio sociale, la magistratura faccia chiarezza»
2 ore fa:Sanità in Calabria, De Magistris denuncia una «situazione gravissima al limite della tragedia»
2 ore fa:Calendario venatorio, Gallo: «tar certifica legittimità nostro operato»
1 ora fa:Crisi da coronavirus, Saccomanno (Lega): «La chiusura delle attività è stato un duro colpo per l’economia territoriale»
2 ore fa:A Cariati 64 positivi e 82 ordinanze di quarantene in corso

Caos Vaccini, i sindaci denunciano il mancato funzionamento della piattaforma per le prenotazioni

1 minuti di lettura

COSENZA – Emergenza Covid, è ormai documentato e di dominio pubblico il mancato funzionamento della cosiddetta piattaforma per le prenotazioni dei cittadini e, in aggiunta, la circostanza che quei pochi casi prenotati lo sono soltanto presso sedi di altre ASP (e non in quella di Cosenza) e/o in centri vaccinali distanti centinaia di chilometri dal luogo di residenza, ciò comportando gravi problematiche soprattutto per le persone anziane (spesso senza parenti vicini) e per i cosiddetti fragili (categoria alla quale spesso sono resi difficili spostamenti lunghi).

È quanto denunciano gli oltre 80 sindaci della provincia di Cosenza che hanno sottoscritto la lettera trasmessa oggi al Presidente facente funzioni della Regione Calabria Nino Spirlì, al Commissario ad Acta per il Piano di Rientro della Spesa Sanitaria della Regione Calabria Guido Longo, al Direttore Generale Dipartimento Salute della Regione Calabria ed al Commissario straordinario per l'emergenza Covid-19 per esigere risposte e chiarimenti non più dilazionabili con riferimento  in particolare all'organizzazione  del piano vaccinale e ai criteri di distribuzione dei vaccini. – Con questo preciso obiettivo, i Primi Cittadini firmatari domani, giovedì 8 aprile, saranno presenti alla Cittadella Regionale a Catanzaro.

 «Abbiamo sempre risposto – scrivono nella lettera gli amministratori – a tutte le richieste avanzate dalle competenti autorità sovra comunali per rendere semplice, fruibile e meno gravosa per i cittadini la somministrazione dei vaccini, con dispendio di energie, risorse economiche e umane».

«E più volte abbiamo richiesto riscontri – continuano – in merito ai criteri utilizzati per la distribuzione dei vaccini tra la Regione e le ASP, tra le ASP e i singoli distretti e tra i distretti ed i singoli centri vaccinali».

«È nostro dovere – aggiungono – tutelare la cittadinanza sempre e comunque e soprattutto alla luce dell'incremento documentato dei contagi e dell'aggravarsi complessivo delle conseguenze economiche e sociali derivanti sulle popolazioni locali».

«Purtroppo – scandiscono – non sono state ricevute risposte alle richieste effettuate nei giorni scorsi, sollecitate alla luce del continuo aggravarsi del contagio nel nostro territorio e dell'impossibilità di reperire dosi di vaccino».

«È oramai chiara e condivisa – concludono i sindaci – la necessità di procedere in modo serrato ad effettuare le vaccinazioni per arginare la virulenza del contagio e salvaguardare la vita dei cittadini, in particolare delle persone anziane e delle categorie fragili e contestualmente riprendere la vita sociale ed economica».

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.