11 ore fa:Regionali, il centrodestra spinge per il voto subito. Ma l'election day potrebbe slittare a settembre
11 ore fa:Vaccini, da oggi in Calabria intensificate le somministrazioni per i soggetti a rischio
10 ore fa:Corigliano-Rossano, Straface denuncia: «Il Pronto soccorso dell’area ausonica a rischio chiusura dalle 20»
12 ore fa:Corigliano-Rossano, continuano ad aumentare i contagi. Anche oggi si registra un +9
13 ore fa:Conferenza dei sindaci, Iacucci sorpreso: «È la prima volta che registriamo la presenza di un commissario Asp»
11 ore fa:Covid, in Calabria riscontrati 11 casi di variante inglese
13 ore fa:Cassano, affidato l’incarico per il Piano Spiaggia
11 ore fa:Crisi del settore wedding. Da Castrovillari la proposta dei matrimoni in sicurezza arriva sul tavolo di Spirlì
13 ore fa:Saracena, il covid non ferma la programmazione strategica per la comunità
12 ore fa:Emergenza Covid, da domani scuole medie chiuse a Rossano... la dirigente blinda l'istituto

Sanità, il "Cosentino" casa della salute? Chiarello: «Una vergogna»

1 minuti di lettura

CAMPANA – «Sarà un caso ma nonostante le tante belle parole spese dalla politica, locale e nazionale, il DCA 31 del 18 febbraio 2021 relega l’ospedale “Cosentino” di Cariati alla condizione di Casa della Salute. Un vero e proprio schiaffo ad un intero territorio, alla cittadinanza del basso jonio cosentino e della presila, alle speranze di quanti stanno lottando da anni per la riapertura del nosocomio in tutte le forme possibili. Nonostante dunque la crisi sanitaria, il bisogno disperato di posti letto e di strutture funzionanti, nonostante le criticità denunciate a più riprese si continua a perseguire la politica della chiusura e dello svuotamento dei presidi di sanità pubblica».

È quanto afferma il sindaco di Campana Agostino Chiarello che così continua: «Mi sento mortificato come sindaco e come cittadino per quest’ennesimo insulto ad un territorio che è buono solo per le passerelle elettorali e per le ambizioni di chi mira ad un posto in regione. Nemmeno un’occupazione di tre mesi, che sulla carta è piaciuta a tutti e che tutti hanno voluto omaggiare con selfie e comunicati roboanti, è servita a smuovere qualcosa».

«Per l’ennesima volta – aggiunge - trionfa l’affondamento del pubblico a totale vantaggio del privato, per l’ennesima volta siamo di fronte ad un fallimento della politica locale e di quella nazionale, che non è riuscita nonostante i numeri importanti a incidere in alcun modo sulla questione. Tantomeno utile è la politica dei commissari, una politica che riduce la salute a mero esercizio economico da modificare attraverso tagli su tagli senza alcun atto di ascolto nei confronti dei territori».

«È il momento – conclude Chiarello – di pianificare azioni di protesta forti che possano far pervenire nei luoghi decisionali tutto lo sdegno di un territorio che continua a subire furti e umiliazioni e che rimane sempre e soltanto terreno di caccia per le campagne elettorali».

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.