19 ore fa:Giuseppe Pallone su Rai 2 sarà protagonista della Performer Cup
3 ore fa:Viaggio tra i Feudi della Sila Greca - Il Feudo di Cariati: dai Borgia agli Spinelli
20 ore fa:La Vignetta dell'Eco
2 ore fa:Ritorna Autori d'(A)mare: domenica 23 giugno arriva Serena Bortone
22 ore fa:Scatta la mobilitazione di Coldiretti Calabria: «Basta cinghiali e fauna selvatica»
21 ore fa:Ora bisogna aprire una vertenza generazionale
4 ore fa:Cosa si dice nella Calabria del nord-est: una settimana di notizie
21 ore fa:Campana, presto verrà rifatta parte della rete idrica comunale
11 minuti fa:San Basile: il neo eletto sindaco Filippo Tocco vara la giunta
5 ore fa:Odissea 2000, 30 anni di identità turistica. Montesanto: « Un modello a cui ispirarsi»

Cassano resiste in giudizio contro il Consorzio ManCoop che rivendica più di 3 mln di euro di credito

2 minuti di lettura

CASSANO JONIO - Contenzioso Consorzio ManCoop Sibaritide Soc. Coop. – Comune di Cassano Jonio per lavori eseguiti e non pagati presso il villaggio turistico di Marina di Sibari dal 2006 a venire, quando con delibera del Consiglio Comunale, l’amministrazione del tempo approvava una convenzione bilaterale, avente come parti il Comune stesso ed il Consorzio Sibari Città del Mare in cui venivano affidate al  Consorzio Sibari Città del Mare, tutte le opere di urbanizzazione di rilievo pubblico inerenti alla lottizzazione di Marina di Sibari, cui fece seguito un atto rogato dal Direttore Generale con il quale veniva stipulata, ancora, tra il Comune ed il Consorzio Sibari Città del Mare, una convenzione per la cessione della gestione di  tutte le opere di urbanizzazione di rilievo pubblico della lottizzazione di  Marina di Sibari, nonché il rifacimento delle  opere di urbanizzazione.

La Parte ricorrente, nella fattispecie, per avere eseguito le correlate prestazioni, opere e servizi per il rifacimento delle reti idriche, stradali e di illuminazione, cura e sistemazione del verde pubblico e realizzazione degli impianti di depurazione delle acque, nell’area di Marina di Sibari, comprovato, per come sostiene, da tutti gli S.A.L., con committente il Consorzio Sibari Città del Mare, nei confronti dell’impresa affidataria Consorzio Mancoop Sibaritide soc. Coop rivendica un credito di circa 3 milioni e 400 mila euro.

La giunta comunale, riunitasi sotto la presidenza del sindaco Gianni Papasso, assistita dal segretario generale Ciriaco Di Talia, ha discusso e deliberato, tra l’altro, di resistere in giudizio pendente presso il Tribunale di Castrovillari, e in vista dell’udienza fissata per il 24 febbraio dell’anno in corso, di nominare in difesa del Comune di Cassano Jonio, l’Avvocato Oreste Morcavallo, per ragioni di professionalità e, anche per continuità atteso che è già a conoscenza della vertenza in essere.

Nel deliberato, viene evidenziato che lo scorso 17 gennaio, è stato notificato all’ente locale cassanese, un ricorso proposto dal Consorzio Mancoop Sibaritide soc. coop, dinanzi al Tribunale di Castrovillari, rappresentato e difeso dagli Avv.ti Giovanni Coscarella e Valerio Zicaro, con il quale chiede il pagamento della somma di € 3.399.098,90 a titolo di indennizzo della correlativa diminuzione patrimoniale, in virtù delle prestazioni erogate presso il villaggio turistico di Marina di Sibari, e sulla quale dovranno essere calcolati interessi moratori, con vittoria delle spese di competenze del giudizio da distrarsi in favore degli avvocati procuratori. Il dante causa contesta l’indebito arricchimento del Comune per le prestazioni e gli interventi eseguiti e rivendica il relativo pagamento.

L’amministrazione comunale, a tale riguardo ha ritenuto opportuno e doveroso disporre la costituzione in giudizio dell’Ente per resistere avverso la richiesta della ricorrente, sussistendo margini di difesa sia dal punto di vista sostanziale, nonché giuridico-formale, demandando al Segretario Generale, Ciriaco Di Talia, l'adozione di tutti gli atti conseguenziali all’atto, dichiarato immediatamente esecutivo, di cui copia è stata trasmessa all’Ufficio Contenzioso e all’Ufficio di Ragioneria.È appena il caso di sottolineare che l’esito di tale procedimento giudiziario è motivo di preoccupazione per il sindaco Gianni Papasso e la sua amministrazione, in quanto qualora l’ente risultasse soccombente in giudizio, gli effetti per le finanze potrebbero essere devastanti.

 

Veronica Gradilone
Autore: Veronica Gradilone

26 anni. Laurea bis in Comunicazione e Tecnologie dell’Informazione. Mi piace raccontare le storie, non mi piace raccontare la mia